Tu sei qui

Autorizzazione alla custodia e conservazione di gas tossici ai sensi del R.D.147/1927, art. 4, 10 e segg.

Share button

Il possesso di tale autorizzazione si rende necessario per tutte le ditte, anche individuali, che intendono custodire e conservare a qualsiasi scopo, uno o più gas tossici in magazzini o depositi. L’elenco dei gas tossici il cui utilizzo comporta la richiesta dell’autorizzazione suddetta è approvato con il D.M. 6.02.1935 “Approvazione del prospetto contenente l’elenco dei gas tossici riconosciuti ai sensi del regolamento 9 gennaio 1927, n. 147”.
L’autorizzazione finale viene rilasciata dal Comune a seguito di parere espresso dalla Commissione Provinciale Gas Tossici.

Documentazione da presentare
- Domanda corredata da marca da bollo, comprendente oltre alla generalità complete del richiedente, anche il nome scientifico e commerciale, la composizione e la formula chimica del/dei gas, nonché le caratteristiche salienti del/dei gas e l’uso al quale può/possono essere destinato/i;
- Certificato penale del richiedente di data non anteriore a sei mesi dal giorno di presentazione della domanda;
- Schema di regolamento interno per la esecuzione delle operazioni relative alla conservazione, alla custodia, alla manipolazione del gas;
- Elenco del personale interessato e dichiarazione che esso è debitamente abilitato alla esecuzione delle operazioni relative all’impiego di gas tossici;
- Nota descrittiva e planimetrie (in scala non inferiore a 1:100) dei locali destinati a deposito del gas tossico e della loro ubicazione all’interno dell’azienda;
- Relazione in merito alle cautele che il richiedente si propone di usare per la custodia, conservazione, manipolazione e trasporto del gas tossico;
- Dichiarazione che il richiedente non esercita magazzini o depositi di gas in altre province;
- Ricevuta del versamento dei diritti di istruttoria, secondo le tariffe vigenti alla presentazione della domanda, sul conto corrente postale n. 10155521, intestato all'Azienda USL Toscana Sud Est – Servizio Tesoreria, con indicazione della seguente causale: “autorizzazione alla custodia e conservazione gas tossici”.
IMPORTANTE: Se è richiesta la fattura, riportare sul bollettino i seguenti dati: Nome Ditta, Partita I.V.A. ed estremi per la fatturazione, specificando il nominativo del/i candidato/i per cui il versamento è effettuato

- Attestazione di pagamento dei diritti di segreteria, secondo le tariffe vigenti alla presentazione della domanda, da effettuarsi tramite una delle modalità indicate al seguente link del Servizio Tesoreria.

Riferimenti normativi
- R.D. 9 gennaio 1927 “Approvazione del regolamento speciale per l’impiego dei gas tossici”
- D.M. 6.02.1935 “Approvazione del prospetto contenente l’elenco dei gas tossici riconosciuti ai sensi del regolamento 9 gennaio 1927, n. 147”;
- D.P.R. 445/2000 in materia di autocertificazione

Ufficio Competente: