Tu sei qui

Borsa di studio MIUR a.s. 2019/2020 - Voucher "Io Studio"

Share button

Il termine per la riscossione è  fino al giorno 31 gennaio 2021 presso gli UFFICI POSTALI.

Le Borse di studio "Fondo unico per il Diritto allo Studio"  è un'iniziativa del Ministero dell'Istruzione per il contrasto alla dispersione scolastica e il potenziamento del Diritto allo Studio,  D.Lgs. 63/2017.

La borsa di studio  è destinata agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, con reddito basso, che erano presenti nell'elenco dei beneficiari del contributo "Pacchetto Scuola" , anno scolastico 2019/2020

Nello specifico, per quanto attiene alla graduatoria del Comune di Arezzo, relativa al Pacchetto scuola a.s. 2019/20, il contributo è stato assegnato agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado aventi un ISEE da € 0,00 fino a € 8197,16 

MODALITA' DI RISCOSSIONE

  • Per gli studenti beneficiari maggiorenni, è sufficiente che il beneficiario si presenti in un qualsiasi Ufficio Postale munito di documento d'identità in corso di validità e del proprio codice fiscale, comunicando all'operatore di sportello di dovere incassare una borsa di studio erogata dal Ministero dell'Istruzione attraverso un "Bonifico domiciliato". Non sono ammesse deleghe ad altri soggetti per la riscossione del contributo economico.
  • > Per gli studenti beneficiari minorenni è necessario che un genitore che esercita la responsabilità genitoriale o chi ne fa le veci, si rechi in Ufficio Postale munito di:

- dell'originale del proprio documento di identità in corso di validità, ciò per l'identificazione;

- dell'originale del proprio codice fiscale;

- dell'originale del documento di identità in corso di validità dello studente beneficiario della borsa di studio;

- dell'originale del codice fiscale dello studente beneficiario della borsa di studio;

- copia compilata della DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA , da scaricare nella sezione DOCUMENTI e da firmare esclusivamente davanti all'operatore dell'ufficio postale.

La dichiarazione sostitutiva è necessaria per auto-dichiarare l'idoneità ad esercitare l'atto di riscossione della borsa di studio in qualità di soggetto esercente la responsabilità genitoriale.

NB. SOLO PER I TUTORI/CURATORI: è necessario esibire a sportello il provvedimento di nomina dell'eventuale tutore/curatore, in copia autentica, per incasso richiesto da soggetto che esercita la rappresentanza legale, per verificare l'idoneità ad esercitare l'atto di riscossione della borsa di studio in qualità di soggetto esercente la rappresentanza legale.

Link Pagina della Regione Toscana dedicata alle Borse di studio

 

Martedì, 22 Dicembre, 2020