Tu sei qui

Formazione della graduatoria per l'utilizzo autorizzato di alloggi di edilizia residenziale pubblica (e.r.p)

Share button

Possono essere presentate le domande per l’inserimento nelle graduatorie specifiche “emergenza sfratti” e “emergenza abitativa” nell’ambito dell’utilizzo autorizzato di alloggi di edilizia residenziale pubblica (e.r.p) indetto ai sensi dell’art. 14 della Legge Regionale Toscana n. 02/2019 e del Regolamento per l’utilizzo autorizzato degli alloggi e.r.p. del comune di Arezzo.
 
 

Fino al 31 luglio 2020 sarà possibile presentare domanda per l’inserimento nelle graduatorie specifiche “emergenza sfratti” e “emergenza abitativa” nell’ambito dell’utilizzo autorizzato degli alloggi di e.r.p. di proprietà del Comune di Arezzo, alle seguenti condizioni:

Soggetti legittimati a presentare la domanda

Possono presentare domanda i soggetti in carico ai servizi sociali del Comune di Arezzo in possesso dei seguenti requisiti:

  • residenza nel Comune di Arezzo da almeno 5 anni
  • sussistenza dei requisiti previsti per l’assegnazione di alloggi di ERP di cui alla normativa vigente
  • sussistenza di una delle particolari situazioni di disagio abitativo previste.

Tali requisiti devono essere posseduti, al momento della presentazione della domanda, da ciascun componente il nucleo familiare, fatta eccezione per il periodo di residenza, che è previsto solo per il richiedente.

Nessun componente del nucleo richiedente deve aver rinunciato all’assegnazione di alloggio ERP.

Se il richiedente è cittadino extracomunitario, oltre al possesso dei requisiti di cui sopra, dovrà essere titolare di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo oppure del permesso di soggiorno di durata almeno biennale. In quest’ultimo caso deve esercitare una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo.

Nessun componente il nucleo richiedente deve essere occupante senza titolo di un alloggio ERP, né deve esserlo mai stato in precedenza.

Situazioni di disagio abitativo

Le domande verranno valutate mediante attribuzione di punteggi relativi a particolari condizioni di disagio abitativo, sussistenti al momento di presentazione della domanda.

Ufficio Competente: