Tu sei qui

Autorizzazione all'apertura ed esercizio di struttura sanitaria privata

Share button

Per l’esercizio e l’apertura di una struttura sanitaria privata occorre un’apposita autorizzazione a tutela della salute pubblica, ai sensi degli artt. 1 e 4 della L.R. 51/2009.
Requisiti del richiedente
L'autorizzazione deve essere richiesta dai titolari di strutture sanitarie private che vogliono aprire, nell’ambito del territorio comunale:
  • Ambulatori mono e polispecialistici
  • Strutture di ricovero
Modalità di richiesta
I modelli, approvati dalla Regione Toscana con Decreto Dirigenziale, sono scaricabili dal sito della regione Toscana:
Documenti da presentare
  • relazione dettagliata circa le prestazioni e le attività previste
  • planimetria generale
  • planimetria dei locali in scala 1:100
  • documento comprovante la disponibilità dei locali
  • inventario delle attrezzature sanitarie
  • elenco del personale
  • documento organizzativo
  • liste di autovalutazione
  • dichiarazione di assunzione di incarico da parte del direttore sanitario
  • certificato di abitabilità dei locali
  • versamento dei diritti sanitari a favore dell’ASL 8
  • versamento contributo istruttoria pratica
Costi a carico del richiedente e modalità di versamento
Contributo istruttoria pratica di € 363,83 al Comune di Arezzo da effettuarsi tramite una delle modalità indicate al seguente link del Servizio Tesoreria.
Riferimenti normativi
  • L.R. 51/2009 “Norme in materia di qualità e sicurezza delle strutture sanitarie”
  • DPGR n. 79/R del 17/11/2016
  • D.Lgs. 18.08.2000 n° 267
Ufficio Competente: