Tu sei qui

Piano di marketing territoriale 2019 – 2021

Share button

Il “Piano di Marketing Territoriale 2019-2021” (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 90 del 26 settembre 2019) è uno strumento funzionale allo sviluppo economico del territorio, il consolidamento del vantaggio competitivo locale nonché per la valorizzazione e attrazione di risorse strategiche.

Il Piano costituisce attuazione degli indirizzi strategici e operativi forniti dall'Amministrazione Comunale contenuti nel DUP (Documento Unico di Programmazione) approvato dal Consiglio Comunale ai sensi del D.Lgs. n. 267/2000 e per il quale con Delibera della G.C. n. 518 del 29/10/2018 è stato istituito il Servizio denominato: “Progetto per lo sviluppo delle attività economiche negli ambiti dei settori Edilizia e Suap e della Promozione del Territorio”.

Le specifiche Finalità individuate per il Progetto sono:

• Supportare l'impostazione e la realizzazione di politiche di sviluppo e salvaguardia del territorio;
• Pianificare lo sviluppo economico della città, in raccordo con le scelte urbanistiche che incidono sulla qualità della vita e sullo sviluppo;
• Attrarre le risorse strategiche per la crescita e sostenere il tessuto economico;
• Sostenere e semplificare le procedure per l'avvio delle attività produttive nel territorio attraverso la gestione del procedimento unico anche con riferimento ad enti terzi;

I Macroprocessi di competenza del Progetto sono, tra gli altri:
• Predisposizione ed attuazione del piano di marketing territoriale per il consolidamento del vantaggio competitivo locale, la valorizzazione e attrazione di risorse strategiche;
• Integrazione degli operatori socio economici per la valorizzazione delle risorse locali ed organizzazione di eventi/manifestazioni per la promozione del territorio;
• Integrazione degli operatori socio-economici per la valorizzazione delle risorse locali e del turismo;
• Gestione amministrativa della Fiera Antiquaria;

La decisione di intraprendere una pianificata azione di marketing territoriale assunta dall'Amministrazione, al fine di consolidare il vantaggio competitivo e valorizzare e attrarre risorse strategiche, si è originata dalla consapevolezza che sia gli strumenti di policy tradizionali per lo sviluppo territoriale, sia le forze e i soggetti normalmente agenti e/o i processi spontanei messi in atto nel territorio, non riescono più, nel loro insieme o presi individualmente, a fronteggiare adeguatamente minacce o condizioni avverse inattese verificatesi nell'ambiente competitivo globale, o si dimostrano incongrui o incapaci per agganciare alcuni trend di sviluppo nuovi, o infine vengono sopravanzati dall'attivismo di territori competitor che sono in grado di portarsi su una frontiera più avanzata di Arezzo.

Il Piano di Marketing Territoriale si compone delle seguenti parti:

Parte 1: Quadro conoscitivo
Tale componente analizza il contesto esterno locale (territoriale) incentrato sulla dimensione economica del comune e della provincia e trae presupposto dall'analisi condotta nel Documento Unico di Programmazione (D.U.P.) dell'Amministrazione Comunale;

Parte 2: Quadro statutario
Tale componente richiama il quadro degli obbiettivi strategici fissati nel Documento Unico di Programmazione (D.U.P.) dell'Amministrazione Comunale, nell'ambito dei quali è sviluppato il Piano;

Parte 3: Quadro strategico
Tale componente sviluppa un'ampia analisi di elementi caratterizzanti il contesto del territorio di Arezzo, rilevanti in termini di competitività del territorio e individua alcuni ambiti specifici di possibile intervento attraverso azioni di marketing territoriale finalizzate al consolidamento del vantaggio competitivo locale, da svolgere sia nei confronti dei soggetti già insediati, sia per promuovere l'insediamento di nuovi soggetti e per l'attrazione di risorse esterne ritenute strategiche per lo sviluppo sostenibile del territorio;

In relazione alle finalità generali e agli obiettivi individuati negli atti di programmazione dell'Ente (Programma di mandato; DUP, Strumenti di pianificazione urbanistica) e agli elementi e ambiti indicati nel Piano, è stato ritenuto opportuno procedere prioritariamente, con interventi in ottica di marketing territoriale e per attrazione di risorse strategiche, per i seguenti ambiti ritenuti particolarmente rilevanti per il mantenimento e il rafforzamento della competitività del territorio:
- strutturazione di un ecosistema integrato dell'innovazione (industria 4.0; Intelligenza Artificiale, specializzazione intelligente) e dell'imprenditorialità (incubatori – start-up- co-working);
- sviluppo del turismo (infrastrutture per il turismo);
- sviluppo di industrie culturali;
- sviluppo di infrastrutture per la mobilità e la logistica;
- sviluppo aree produttive per insediamento o mantenimento di attività produttive di qualità.

    Il Piano, per ognuno degli ambiti prioritari sopra indicati, indica e sviluppa azioni in termini di percorsi progettuali, soluzioni organizzative, attività tecnico amministrative e materiali idonei a realizzare, in ottica di marketing territoriale, i risultati attesi per il consolidamento e rafforzamento della competitività locale e per l'attrazione di risorse strategiche per lo sviluppo sostenibile del territorio.

    Le principali azioni previste sono sviluppate nell'ambito dei seguenti temi ritenuti strategici:
    1 Strumenti di pianificazione territoriale
    2 Settore commerciale
    3 Settore Produttivo
    4 Promozione del Territorio
    5 Incentivi economici
    6 Imposte e tasse