Tu sei qui

Novantanni di Giostra del Saracino

Share button

Presentazione ultimo libro di Roberto Parnetti  "Novantanni di Giostra del Saracino" / Sala Pieve - Palazzo di Fraternita, Piazza Grande (Arezzo)  ;  11 dicembre 2021  ;  ore 16.30.

Gagliardo tifoso dei colori di Santo Spirito, da sempre appassionato cultore e narratore a tutto tondo della Giostra del Saracino, Roberto Parnetti torna in tipografia per dare alle stampe un nuovo libro che ripercorre, ampliando ulteriormente la messa a fuoco di fatti e documenti, i lunghi Novantanni della rievocazione storica (1931-2021). Festeggiati non a caso dal Comune con eventi espositivi che annunciavano, a gran voce, la rinascita di settembre dopo il buio delle ultime edizioni spazzate via dalla pandemia. Mai attesa fu così spasmodica e sofferta per tutta la città e per lo stesso Parnetti che schiera anche il suo libro per ridare una boccata d'ossigeno al sentimento popolare che custodisce e tramanda i valori identitari della tradizione giostresca. Un buon viatico anche per esorcizzare il fantasma del lock down, e tenerlo fuori dalla Lizza, guardando al futuro con ottimismo mentre si sfogliano le pagine più recondite del passato. Nel libro, che intitola  " Novantanni di Giostra del Saracino " e che sfoggia una copertina in pompa magna raffigurante il leggendario, plurivincitore di Lance D'Oro e di giostre, Donato Gallorini (1910-2003), l'autore passa in rassegna le 140 edizioni disputate fino ad oggi comprendendo nella sua ricognizione, condotta con rigore metodologico, anche le 52 edizioni della Prova Generale. Per ognuna di queste viene presentata una scheda che racchiude tutte le informazioni più significative e i nomi dei personaggi che hanno rivestito ruoli istituzionali e fatto la storia della manifestazione. Un lavoro di indagine davvero certosino e puntiglioso portato avanti rispolverando fonti, libri, periodici, quotidiani e non di meno raccogliendo preziose testimonianze di tanti protagonisti, alcuni dei quali usciti ormai di scena o scomparsi nel corso del tempo. Un lavoro che aggiorna ed arrichisce di nuovi elementi e scoperte una precedente pubblicazione risalente al 2005 " E Vidi Correr Giostra " e che, in aggiunta, toglie il sigillo a una serie di fotografie inedite, relative alle edizioni del 1932 e 1933, riesumate dall'oblio dopo aver setacciato, da autentico "segugio" della memoria storica della Giostra, una moltidudine di cassetti e scaffali ricoperti di polvere. Il libro annovera anche un dipinto della pittrice fiorentina Paola Imposimato, dedicato a Dante Alighieri per la ricorrenza dei 700 anni dalla morte, mentre a latere della pubblicazione viene proposta, in tiratura limitata alle 100 copie, una stampa della pittrice aretina Marga Romani offerta in omaggio su richiesta. Alla presentazione del libro, presso il Palazzo di Fraternita, prenderanno parte esponenti della Fraternita dei Laici, il responsabile del progetto " In Onor di Dante " e rappresentante del Calcio Storico Fiorentino, Filippo Giovannelli, le pittrici Paola Imposimato e Marga Romani, l'ex-fantino del Palio di Siena, Camillo Pinelli alias "Spillo", artefice di una diretta streaming sul rinomato portale  di giostre e quintane "Brontolodicelasua", da lui stesso ideato, e infine, nella veste di moderatore e animatore dell'incontro, Saverio Crestini. 

La pubblicazione del libro è patrocinata dal Comune di Arezzo, dalla Fraternita dei Laici, dalla Brigata Aretina "Amici dei Monumenti" e dal progetto "In Onor di Dante".

La partecipazione è contingentata ad un massimo di 50 persone previa prenotazione al Tel. 339 7448104 e obbligo di esibire il Green Pass.

 

Mercoledì, 10 Novembre, 2021