Tu sei qui

Referendum abrogativo (Art. 75 Costituzione)

Share button

Referendum
Ai sensi dell'art. 75 della Costituzione, 500.000 elettori possono richiedere l'abrogazione - totale o parziale - di una Legge o di un atto avente valore di Legge.

La richiesta di Referendum viene presentata dai promotori presso la Cancelleria della Corte di Cassazione e dell'iniziativa è dato annuncio sulla Gazzetta Ufficiale.

Per la raccolta delle firme debbono essere usati fogli di dimensioni uguali a quelli della carta bollata, ciascuno dei quali dovrà riportare il quesito che si intende sottoporre alla votazione popolare, con l'indicazione della data, del numero e del titolo della legge - o dell'atto avente valore di legge - che si intende abrogare con il Referendum.

Ai fini della raccolta di firme i moduli dovranno essere consegnati (a cura del comitato organizzatore della consultazione) alla Segreteria generale del Comune od alle Cancellerie  degli Uffici Giudiziari, che provvederanno - entro due giorni dalla presentazione  - a vidimare i moduli stessi.

Sui moduli così preparati, gli elettori potranno firmare la proposta di Referendum; le firme dovranno essere autenticate dai funzionari previsti dalla legge che sono:

  1. Segretari comunali e provinciali;
  2. Cancellieri e collaboratori delle Cancellerie dei Tribunali;
  3. Segretari delle Procure della Repubblica;
  4. Giudici di Pace;
  5. Notai;
  6. Assessori comunali e provinciali;
  7. Presidente dei Consigli comunali e provinciali;
  8. Funzionari incaricati dal Sindaco e dal Presidente della Provincia;
  9. Consiglieri comunali e provinciali che abbiano comunicato la loro disponibilità al Sindaco ed al Presidente della Provincia.


I cittadini che intendono autenticare la loro firma durante il procedimetno referendario, dovranno presentare, al funzionario incaricato dell'autenticazione, un documento di identità in corso di validità, provvisto di fotografia.

L'autenticazione delle firme durante il procedimento elettorale è esente da qualunque spesa.

L'autenticazione della firma può essere pertanto effettuata presso la Segreteria generale del Comune di Arezzo (Piazza della Libertà n. 1) durante il normale orario di apertura al Pubblico:

DAL LUNEDI' A VENERDI'  (ore 09.00 - 13.00)
MARTEDI' E GIOVEDI'        (ore 09.00 - 13.00 - 15.15 - 17.45)


Durante il periodo estivo (nei mesi di luglio ed agosto) di norma gli Uffici comunali sono APERTI dal LUNEDI' al VENERDI' dalle ore 09.00 alle ore 13.00 e CHIUSI tutti i POMERIGGI.

 


PER INFORMAZIONI

 Fabio Giannini (Tel. 0575/377896)

 

f.giannini@comune.arezzo.it

Ufficio Competente: 
Dove rivolgersi: