Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

mercoledì, 22 Maggio 2019
Portale Ufficio Stampa Archivio comunicati 2019 Ad Arezzo si presenta il film “Dafne”
Conferenze stampa

Scalata al Castello

20 maggio 2019 - ore 12.00 - Sala Giostra del Saracino di palazzo comunale

#Tuttomeritomio. Giovani e merito: la valorizzazione passa attraverso un progetto di Fondazione CR Firenze e Intesa Sanpaolo sostenuto dal Comune

16 maggio 2019 - ore 11.30 - Sala del camino di palazzo comunale

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

Ad Arezzo si presenta il film “Dafne”

Venerdì 29 marzo alle 20,30 il regista Federico Bondi e la protagonista Carolina Raspanti incontreranno il pubblico prima della proiezione dell’opera al Cinema Eden dove il film resterà in programmazione fino al 4 aprile

Un film importante che tratta con delicatezza il tema della disabilità e in particolare della sindrome di Down: sarà presentato anche ad Arezzo “Dafne”, il film di Federico Bondi, vincitore del Premio FIPRESCI nella sezione Panorama dell'ultima Berlinale.

Il prossimo venerdì 29 marzo alle 20,30 il regista Federico Bondi e la protagonista Carolina Raspanti incontreranno il pubblico prima della proiezione dell’opera al Cinema Eden dove il film resterà in programmazione fino al 4 aprile. Un appuntamento sostenuto dalla Fondazione Arezzo Intour, sezione Arezzo Cinema, che nasce per valorizzare e supportare le produzioni cinematografiche che scelgono la città come tappa dei loro percorsi artistici e creativi.

Dafne (interpretata dall'esordiente Carolina Raspanti) ha trentacinque anni, un lavoro che le piace, amici e colleghi che le vogliono bene. Ha la sindrome di Down e vive insieme ai genitori, Luigi (Antonio Piovanelli) e Maria (Stefania Casini). L’improvvisa scomparsa della madre manda in frantumi gli equilibri familiari: Dafne è costretta ad affrontare non solo il lutto ma anche a sostenere Luigi, sprofondato nella depressione. Grazie all’affetto di chi le sta intorno, alla propria determinazione e consapevolezza, Dafne trova la forza di reagire e cerca invano di scuotere il padre. Fino a quando un giorno accade qualcosa di inaspettato: intraprenderanno insieme un cammino in montagna verso il paese natale di Maria e, nel tentativo di guardare avanti, scopriranno molto l’uno dell’altra.

"Qualche anno fa - racconta il regista Federico Bondi - vidi alla fermata dell’autobus un padre anziano e una figlia con la sindrome di Down che si tenevano per mano. Fermi, in piedi, tra il via vai di macchine e passanti mi apparvero come degli eroi, due sopravvissuti. Dafne nasce da questa immagine-emozione, la scintilla che mi ha spinto ad approfondire”.

Il film che è uscito nelle sale italiane lo scorso 21 marzo, Giornata mondiale delle persone con sindrome di Down, è prodotto da Marta Donzelli e Gregorio Paonessa per Vivo Film e Rai Cinema in collaborazione con Istituto Luce Cinecittà. Nel cast con Carolina Raspanti ci sono Antonio Piovanelli e Stefania Casini.

Azioni sul documento

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo