Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

martedì, 16 Luglio 2019
Portale Ufficio Stampa Archivio comunicati 2019 “Un’alternativa progressista sul modello abruzzese, il Pd non è più il perno della coalizione”
Conferenze stampa

Quarata: il restauro di mura e camminamenti

2 luglio 2019 - ore 11.30 - Piazzetta all’interno della parte storica della frazione

Piazzetta Enzo Piccoletti: il sindaco Ghinelli scopre la targa

2 luglio 2019 - ore 09.30 - Sede del quartiere di Porta Sant'Andrea

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

“Un’alternativa progressista sul modello abruzzese, il Pd non è più il perno della coalizione”

Dichiarazione del capogruppo consiliare Francesco Romizi (Arezzo in Comune)

“Dopo l’appuntamento del dicembre scorso all’auditorium della Cgil, dove è cominciato il percorso, in vista delle elezioni amministrative, per la composizione di un raggruppamento progressista in grado di costituire l’asse portante della sfida politica ed elettorale da lanciare all’attuale amministrazione, i risultati delle regionali in Abruzzo inducono a un’ulteriore riflessione. La cosiddetta vocazione maggioritaria del partito democratico ha esaurito la sua spinta e il candidato alla presidenza di quella Regione ha potuto usufruire di consensi provenienti da un ampio bacino di elettorato ‘civico’, la cui consistenza si è manifestata con chiarezza. Le elezioni abruzzesi hanno visto il centrosinistra sconfitto ma con alcuni segnali positivi. Quello che mi preme sottolineare è proprio questo: è riapparsa la prospettiva di una colazione in grado di fare appello a un’opinione pubblica disposta a riconoscersi in persone credibili e in liste che abbiano come primo riferimento la società civile. La partita è aperta. Arezzo in Comune è disposta a seguire questa strada, auspico che anche nel Pd si apra un dibattito che giunga, con vista al 2020, a tale soluzione”.

 

Azioni sul documento

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo