Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

lunedì, 14 Ottobre 2019
Portale Ufficio Stampa Archivio comunicati 2017 Giovedì 17 maggio: i grandi eventi in programma
Conferenze stampa

Biblioteca Città di Arezzo: un ricco programma di iniziative

9 ottobre 2019 - ore 12.00 - Sala conferenze via dei Pileati

Progetto di sostegno alle famiglie residenti

30 settembre 2019 - ore 12.00 - Sala Giostra del Saracino di palazzo comunale

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

Giovedì 17 maggio: i grandi eventi in programma

I motori della 1000 Miglia e la mostra su Pablito Rossi

Giovedì 17 maggio è in programma un’accoppiata di grandi appuntamenti per gli appassionati degli sport più popolati: i motori e il calcio. Dopo 15 anni di assenza torna il museo viaggiante  della 1000 Miglia, la più celebre manifestazione di auto storiche al mondo. La trentaseiesima rievocazione della competizione, vissuta tra il 1927 e 1957, toccherà il centro storico con la sua carovana formata dalle più importanti auto dell’epoca: 450 vetture, provenienti da ogni parte del mondo, con apripista 50 esemplari del Mercedes-Benz 1000 Miglia Challenge e 150 del Ferrari Tribute. C’è poi un equipaggio speciale, quello con al volante il sindaco Alessandro Ghinelli e accanto l’amministratore unico di Coingas, Sergio Staderini. Verso le 10,30 inizieranno a entrare in città le Mercedes, seguiranno le Ferrari e alle 13 la prima vettura delle storiche. Un percorso inedito porterà verso l’ingresso della Fortezza, il monumento a Francesco Petrarca, l’anello del Prato e via Ricasoli. Speaker il giornalista aretino Leo Todisco Grande. Il parco macchine potrà poi essere ammirato da cittadini e turisti per 45 minuti. E non è finita: spazio alle interviste in via Ricasoli - angolo piazza della Libertà, controllo orario e ripartenza per via dell’Orto, via dei Pileati, via Vasari, piazza Grande, dove le auto entreranno da un sipario teatrale e calcheranno un tappeto rosso, corso Italia fino all’incrocio con via Roma, via Crispi, viale Giotto, via Simone Martini. Occhio a qualche volto noto tra i piloti alla guida. Attenzione ovviamente ai divieti alla circolazione e alla sosta dalle 7 alle 18,30 in tutta l’area coinvolta dall’evento, gran parte del centro storico, e nell’area di parcheggio a servizio del cimitero di via Gamurrini. I veicoli che percorrono quest’ultima e via Antonio da Sangallo non potranno svoltare per via Bruno Buozzi mentre quelli che transitano in piazza Guido Monaco verso via Roma. La corsia preferenziale di via Crispi è interdetta totalmente al traffico compresi taxi e autobus.

Alle 18 tocca poi all’inaugurazione di “PABLITO: Great Italians Emotions”. La mostra, con ingresso gratuito tutti i giorni, a eccezione del lunedì di chiusura, dalle 10 alle 19 fino a domenica 17 giugno, è incentrata sulla vita di Paolo Rossi, sia dal punto di vista professionale sia personale. Particolare rilievo viene dato alla vittoria del Mondiale nel 1982 in Spagna, con maglie, tute e oggettistica originali. Di quel campionato del mondo, Paolo Rossi divenne capocannoniere con sei goal contribuendo al trionfo della nazionale italiana e soprattutto divenne “Pablito”. Tre indimenticabili goal al Brasile nella partita che contende a Italia-Germania del 1970 lo scettro di match più emozionante della storia dei colori azzurri, due alla Polonia in semifinale e uno, quello di apertura delle segnature, alla Germania in finale. Pablito per questo exploit si meritò il Pallone d’Oro, rigorosamente in bella mostra ad Arezzo. Insieme alla Scarpa d’Oro, alle medaglie e agli altri gioielli di quella vittoria che è rimasta nel cuore degli italiani. Ci saranno poi installazioni audiovisive, una stanza interattiva dedicata alla storia dei giochi dedicati al calcio, dal Calcio balilla al Subbuteo a Fifa 2018, angoli ad hoc sul Mondiale precedente del 1978 in Argentina, sulle squadre di club di Paolo Rossi, su vita privata e passioni e su un altro indimenticabile protagonista di Spagna 1982: “Ciccio” Graziani.

Azioni sul documento

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo