Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

giovedì, 19 Settembre 2019
Portale Ufficio Stampa Archivio comunicati 2014 Il saluto del Presidente Ralli all’ultima seduta del Consiglio Provinciale
Conferenze stampa

San Giuliano

18 settembre 2019 - ore 11.00 - Scuola primaria

Rigutino: i lavori alla scuola

17 settembre 2019 - ore 10.00 - Scuola elementare a Rigutino est

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

Il saluto del Presidente Ralli all’ultima seduta del Consiglio Provinciale

Il Presidente del Consiglio comunale, Luciano Ralli, è intervenuto stamani all’ultima seduta del Consiglio Provinciale annunciandolo in apertura del Consiglio comunale.

“Comprendo che il sentimento di chi è qui oggi è probabilmente l’amarezza. Siamo arrivati a questo punto dopo una convulsa fase politica che aveva ed ha un obiettivo strategico certamente importante e assolutamente condivisibile: il nostro sistema istituzionale va radicalmente riformato. Alle trasformazioni della società, della politica, dei partiti non ha corrisposto un adeguamento istituzionale. E anche questo ha inciso nel difficile rapporto tra cittadini e istituzioni. Una riforma era e rimane necessaria. E ad essa sta lavorando il Governo Renzi”.

Luciano Ralli ha però posto una domanda: “dovevamo cominciare con le Province? Come quando si discuteva del taglio dei costi della politica: dovevamo cominciare proprio dalle circoscrizioni? Sono domande alle quali ognuno risponde con la sua sensibilità politica e culturale”.

 

Luciano Ralli ha poi dichiarato di “voler testimoniare l’importanza e la qualità del lavoro svolto dalla Provincia. Ringrazio quindi i consiglieri, gli assessori e il Presidente Vasai. E vorrei ringraziare, anche se forse non spetta al mio ruolo istituzionale, i dipendenti della Provincia. Tutti insieme avete garantito servizi, elaborato progetti, contribuito in modo determinante allo sviluppo economico, sociale e infrastrutturale del nostro territorio. L’Ente Provincia ha consentito il mantenimento dell’identità politica e culturale di un vasto territorio che aggrega 39 comuni diversi per vocazione storica, assetti urbanistici, sistemi economici”

 

Azioni sul documento

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo