Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

lunedì, 17 Dicembre 2018
Portale Ufficio Stampa Approfondimenti Approfondimento: e se dopo la coppa del mondo arrivasse ad Arezzo una medaglia olimpica?
Conferenze stampa

Lucia Tanti: l’impegno per i diversamente abili

17 dicembre 2018 - ore 11.30 - Piazza della Libertà

Telethon: raccolta fondi e pedalata

10 dicembre 2018 - ore 12.00 - Sala Giostra del Saracino - Palazzo Comunale

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

Approfondimento: e se dopo la coppa del mondo arrivasse ad Arezzo una medaglia olimpica?

A Ostellate (FE), sabato 3 e domenica 4 settembre si sono svolte le gare valevoli per il titolo di campione del mondo di pesca sportiva: l’aretino Andrea Fini si è classificato primo, in un novero di 37 nazioni, in entrambe le giornate, vincendo il titolo e trascinando la nazionale italiana al trofeo a squadre.

Per la precisione Andrea è diventato campione del mondo di pesca al colpo. La pesca al colpo, che si svolge in fiumi, stagni, canali o laghi, consiste nel fare arrivare il pesce “sul posto”, una postazione di 10 metri assegnata preventivamente a ogni atleta dalla giuria, adescandolo diversamente da altre tecniche nelle quali ci si sposta. Si tratta di gare massacranti anche dal punto di vista della concentrazione richiesta visto che la loro durata è di quattro ore. Prima si preparano le palle di pastura, poi si scodellano in acqua con dei galleggianti e si attende la cattura dei pesci. Ovviamente, a proposito di pesci, conta proprio la taglia di questi ultimi per il risultato finale in quanto vince chi accumula peso totale maggiore.

Durante la finale Andrea Fini è subito partito forte ma ha dovuto fronteggiare il prepotente inserimento di un inglese che ha catturato un carassio da 2 chili e di un finlandese che ha pescato una carpa di più di otto chili. Nonostante le performance dei suoi avversari, Andrea Fini ha deciso di rimanere nella pesca dei piccoli pesci, breme in prevalenza, un pesce dell’est Europa che sta ripopolando il canale tributario del Po dove si è svolta la competizione. Un pescetto può fare la differenza. Sono state infatti le ultime due bremette a far vincere ad Andrea Fini il Mondiale per pochi grammi di differenza. In totale Andrea ha pescato 220 pesci pari a 32,620 chili.

Il mondo della pesca è un ambito sportivo caratterizzato da grande fair play: il primo a complimentarsi con Andrea, appena vinto il Mondiale, è stato Jan van Shendel ct dell’Olanda, la grande sconfitta. Chissà che questa caratteristica non sia un vantaggio in più in vista del giudizio definitivo se elevare o meno la pesca sportiva a disciplina olimpica. Intanto, è stata finalmente scelta come sport in prova per diventare tale. E chissà che questa prospettiva non si concretizzi già a partire da Londra 2012 e che a fine estate prossima Arezzo non festeggi il primo campione olimpico della sua storia.

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo