Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

venerdì, 6 Dicembre 2019
Portale Il Comune Ufficio sportello polivalente, protocollo e archivio Archivio e Protocollo Archivio storico e di deposito Consistenza e Struttura Sezione di deposito (1944-2008) Consorzi (1961-1984) Accademia pianistica internazionale "Arturo Benedetti Michelangeli" (1964) - Consorzio per le Attività Musicali nella Provincia di Arezzo (C.A.M.P.A., 1965-1981) - Consorzio di Enti Locali per Attività di Spettacolo (C.E.L.A.S., 1981-1984) (1964-1984)
Il Comune
 

Accademia pianistica internazionale "Arturo Benedetti Michelangeli" (1964) - Consorzio per le Attività Musicali nella Provincia di Arezzo (C.A.M.P.A., 1965-1981) - Consorzio di Enti Locali per Attività di Spettacolo (C.E.L.A.S., 1981-1984) (1964-1984)

u.a. 138

Elenco di consistenza a cura di C. Cardinali.

L'Accademia pianistica "A. Benedetti Michelangeli" viene fondata dal maestro da cui prende il nome il 25 maggio 1964: è un consorzio con sede presso la Provincia di Arezzo, nato per realizzare ed assicurare la continuità e la stabilità in Arezzo dei corsi internazionali di perfezionamento e interpretazione pianistica finora curati dall'Associazione "Amici della musica". Si compone di una segreteria amministrativa che cura la corrispondenza, provvede alla regolare tenuta dell'archivio, istruisce le pratiche amministrative, cura l'impianto e la tenuta della contabilità, compila i registri contabili; e di una Segreteria scolastica che tiene i rapporti con gli alunni e il relativo archivio. Al maestro Benedetti Michelangeli spetta l'organizzazione didattica e la facoltà di accettare o meno gli allievi.

Nel 1965 a seguito delle dimissioni del maestro dalla direzione dell'Accademia questa viene trasformata nel Consorzio per le Attività Musicali della Provincia di Arezzo (C.A.M.P.A.)1 con la partecipazione del Comune, della Provincia, dell'Associazione "Amici della musica" che sostengono economicamente il consorzio e nominano gli undici membri dell'assemblea consortile2. Altri organi direttivi del C.A.M.P.A. sono il consiglio direttivo composto di cinque membri nominati dall'assemblea al suo interno e il presidente nominato dal consiglio tra i suoi membri. Nel 19703 il Consorzio assume la gestione della Scuola comunale di musica "Guido Monaco" e dell'Accademia musicale provinciale dei "Nomadi" che vengono fuse in un unico istituto di istruzione musicale denominato Scuola consortile di musica "Guido Monaco". La scuola comunale di musica era stata istituita quasi un secolo prima4; l'Accademia dei "Nomadi" era stata fondata nel 1958 e, a sua volta, aveva raccolto l'eredità della Filarmonica drammatica Aretina5: il materiale documentario qui conservato è, infatti, relativo agli anni fino alla 1970. Nello stesso anno 19706 l'adesione al C.A.M.P.A. viene aperta a tutti quei Comuni della provincia di Arezzo - con popolazione superiore a diecimila abitanti - che ne facciano richiesta e approvino lo statuto.

Il Consorzio si occupa della gestione dei corsi di educazione musicale presso la Scuola consortile "G. Monaco" e nelle scuole materne ed elementari del Comune e di uno triennale in sede. Gestisce, inoltre, durante l'anno scolastico un corso di formazione professionale per insegnanti. Organizza una stagione concertistica rivolta principalmente ai giovani ed anche conferenze, letture teatrali, audizioni guidate.

Il C.A.M.P.A. viene trasformato nel 1981 nel Consorzio di Enti Locali per Attività di Spettacolo (C.E.L.A.S.) con la partecipazione degli stessi organismi della Provincia, del Comune, dell'Associazione "Amici della musica" e dei Comuni della provincia che ne approvino lo statuto: il presidente in carica Silvano Zoi viene confermato presidente anche del nuovo Consorzio. L'istituto è gestito, inoltre, da un consiglio direttivo7 composto di sette membri e da un'assemblea consortile di quattordici membri8. Il Consorzio si occupa della promozione, organizzazione e gestione di attività musicali e teatrali nella città e nella provincia di Arezzo anche in collaborazione con gruppi e associazioni che operano nel territorio. Il C.E.L.A.S. cessa la sua attività all'inizio del 19849.

Il lavoro, consistito in un riordino sommario dell'archivio ha permesso di stabilire solo per alcune serie di documenti l'appartenenza ai diversi fondi dell'Accademia "A. Benedetti Michelangeli" - C.A.M.P.A. e del C.E.L.A.S. (deliberazioni, mastri, documenti amministrativi); il materiale risultante, pertanto, è stato inserito di seguito a questi due primi nuclei di materiale con la sola indicazione della serie, rimandando alla fase di inventariazione una più chiara individuazione delle singole unità. L'elenco di consistenza si chiude con il materiale pertinente all'archivio aggregato dell'Accademia musicale provinciale dei "Nomadi". L'archivio della Scuola consortile di musica "Guido Monaco", invece, è unito a quello della Scuola comunale di musica "Guido Monaco" in quanto, nonostante la cesura istituzionale del 1970 quando la gestione della scuola passa al C.A.M.P.A., alcune serie si presentano senza soluzioni di continuità.

Accademia pianistica internazionale "A. Benedetti Michelangeli" e Consorzio per le Attività Musicali della Provincia di Arezzo (C.A.M.P.A.)

  • Deliberazioni e documenti di corredo (1964-1979), u.a. 18 Gb12.1-2

Bb. e racc.

  • Verbali delle sedute (1966-1977), u.a. 2 Gb12.3

Quadd.

  • Protocolli della corrispondenza (1964-1981), u.a. 5 Gb12.3

Regg.

  • Libri mastri (1969-1978), u.a. 11 Gb12.3

Regg. e quadd.

  • Preventivi, conti consuntivi, varie (1964-1981), u.a. 20 Gb12.3-6

Bb.

  • Amministrazione varia (1974-1976), u.a. 4 Gb12.7

Bb.

Consorzio di Enti Locali per Attività di Spettacolo (C.E.L.A.S.)

  • Deliberazioni e documenti di corredo (1981-1983), u.a. 4 Gb12.2-3

Bb.

  • Verbali del Consiglio direttivo (1982-1984), u.a. 1 Gb12.3

Quad.

  • Libri mastri (1981), u.a. 1 Gb12.3

Regg. e quad.

  • Preventivi, conti consuntivi, varie (1981-1983), u.a. 7 Gb12.6

Bb.

Accademia pianistica internazionale "A. Benedetti Michelangeli", C.A.M.P.A, C.E.L.A.S.

  • Contribuzione dei dipendenti (1970-1983), u.a. 4 Gb12.6-7

Bb.

  • Rappresentazioni teatrali e concerti (1970-1982), u.a. 15 Gb12.7- 13.2

Bb.

  • Depliants, manifesti e programmi (1966-1984), u.a. 27 Gb13.2-5

Bb. e pl.

  • Concorsi (?), u.a. 2 Gb12.7

Bb.

  • Varie (?), u.a. 2 Gb12.7

Bb.

Miscellanea

  • Gazzetta Ufficiale (1976), u.a. 1 Gb12.7

Pl.

  • Timbri, u.a. 1 Gb13.1

Scat.

  • Matrici infrangibili per duplicatori , u.a. 1 Gb12.8

Scat.

Accademia musicale provinciale dei "Nomadi" (1958-1970), u.a. 13

Alla fine del 1958, per iniziativa della Filarmonica aretina, sotto l'auspicio del Prefetto e con l'aiuto finanziario dell'Amministrazione provinciale e delle Amministrazioni comunali di Castiglion Fiorentino e San Giovanni Valdarno, venne istituita l'Accademia con il compito di provvedere all'insegnamento della musica. L'Accademia ha sede in Arezzo e istituisce "sezioni" di insegnamento nei vari Comuni della Provincia, sotto il controllo di una commissione locale presieduta dal Sindaco del Comune interessato (con la segreteria del Direttore didattico) e composta da un rappresentante della Società filarmonica aretina, il preposto ecclesiastico, i Presidi delle scuole medie, il Direttore della banda musicale e il Presidente del Patronato scolastico. L'Accademia è amministrata da due Rettori nominati, uno ciascuno, dalla Filarmonica e dall'Amministrazione provinciale.

  • Ordini del giorno (1962-1969), u.a. 1 Gb13.6

Quad.

  • Domande di iscrizione ai corsi e carteggio degli anni scolastici (1959-1970), u.a. 6 Gb13.6

Bb. contenenti le domande di iscrizione ai corsi, la corrispondenza, i regg. per gli strumenti dati in consegna, il registro di protocollo della corrispondenza, i regg. delle presenze, i regg. delle domande di iscrizione, etc.: 1959-1960, 1962-1963, 1963-1964, 1967-1968, 1968-1969, 1969-1970.

  • Presenze ai corsi musicali (1958-1970), u.a. 1 Gb13.6

B. contenente regg. delle presenze e reg. degli strumenti dati in prestito.

  • Pagelle (1961-1966), u.a. 2 Gb13.6

Pl. contenente pagelle 1965-1966, pagella 1961-1962 e pagelle bianche.

  • Giornale di cassa (1965-1966), u.a. 1 Gb13.6

Quad.

  • Listini di strumenti musicali (1959-1965), u.a. 1 Gb13.6

B.

  • Spartiti musicali (s.d.), u.a. 1 Gb13.6

B.


1 Deliberazione del Consiglio comunale dell'8 luglio 1964, n. 520; decreto prefettizio dell'11 ottobre 1965, n. 9434-R.

2 Il Consiglio provinciale nomina quattro membri e quattro il Consiglio comunale; l'Associazione “Amici della musica” nomina tre membri.

3 Deliberazioni n. 1165 del 31 ottobre 1969 e n. 13 del 6 febbraio 1970 del Consiglio provinciale di Arezzo, n. 1 del 28 febbraio 1969 del Consorzio per le attività musicali della Provincia di Arezzo, n. 972 del 2 dicembre 1969 e n. 76 del 2 febbraio 1970 del Consiglio comunale di Arezzo, decreto prefettizio del 25 agosto 1970.

4 Cfr. l'introduzione relativa all'archivio.

5 Cfr. l'introduzione relativa all'archivio di quest'ultima istituzione.

6 Decreto prefettizio del 15 agosto 1970, n. 3961.

7 Il Consiglio è composto dal Presidente dell'Associazione “Amici della musica”, di tre membri nominati dal Consiglio provinciale e tre dal Consiglio comunale.

8 L'Assemblea è composta dal Presidente del Consorzio, da sei rappresentanti della Provincia e sei del Comune, uno dell'Associazione “Amici della musica”.

9 Consiglio comunale del 2 marzo 1983, n. 24, e Consiglio provinciale del 17 marzo 1983, n. 80.

« dicembre 2019 »
dicembre
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031
 

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo