Tu sei qui

Cooperative

Share button

ATTENZIONE!

  • Per tutte le organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale e le onlus, costituite prima del 03.08.2017 (data di entrata in vigore del Codice del Terzo Settore – CTS), è prorogato al 31.10.2020 il termine per l'adeguamento degli statuti e per l'approvazione dei bilanci. Lo ha stabilito il D. L. "Cura Italia" approvato in data 17.03.2020.
  • Per mantenere l'iscrizione al registro regionale, tutte le Organizzazioni di Volontariato o di Promozione Sociale costituite prima del 3.08.2017 (data di entrata in vigore del Codice del Terzo Settore – CTS) hanno tempo fino al 30 giugno 2020 per adeguare i propri statuti alle nuove norme.
  • Le cooperative sociali sono cooperative a mutualità prevalente "di diritto" ai sensi dell’art. 111-septies delle disposizioni di attuazione del codice civile e quindi possono accedere ai benefici senza l'obbligo dell'adeguamento.
 

Cosa sono le Cooperative sociali

 

Le cooperative sociali sono una speciale categoria di cooperative, a mutualità prevalente di diritto,che perseguono l'interesse generale della comunità alla promozione umana e all'integrazione sociale dei cittadini. Si occupano di servizi socio-sanitari o educativi e dello svolgimento di diverse attività (agricole, industriali, commerciali o di servizi), finalizzate all'inserimento lavorativo di persone svantaggiate.


Esistono quattro tipologie di cooperative sociali:

  • cooperative sociali di tipo A, che svolgono attività socio-sanitare, educative (istruzione e formazione professionale; formazione extra scolastica finalizzata alla prevenzione della dispersione scolastica e al successo scolastico e formativo, alla prevenzione del bullismo ed al contrasto della povertà educativa) e d’impresa (servizi finalizzati all’inserimento o al reinserimento nel mercato del lavoro dei lavoratori e delle persone "svantaggiate o molto svantaggiate");
  • cooperative sociali di tipo B, che svolgono attività diverse (agricolo, industriale, commerciale o di servizio), finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate;
  • cooperative sociali tipo misto (A+B) o “ad oggetto plurimo” che svolgono sia attività delle cooperative di tipo A, sia di tipo B;
  • consorzi di cooperative sociali, cioè società cooperative aventi la base sociale formata in misura non inferiore al settanta per cento da cooperative sociali.

Le cooperative sociali e i loro consorzi acquisiscono di diritto la qualifica di imprese sociali ai sensi dell’art.1 del D.Lgs. n. 112/2017.

 

Requisiti per costituire una Cooperativa sociale

 

I requisiti generali necessari per costituire una cooperativa sociale sono:

  • forma giuridica: società cooperativa;

  • disciplina giuridica: norme sulle S.p.A. (società per Azioni) o norme sulle SRL (Società a responsabilità Limitata);

  • numero minino associati: 3 persone fisiche (modello SRL);

  • scopo: mutualistico;

  • mutualità: prevalente di diritto, se vengono rispettate le norme di cui alla L. n. 381/1991;

  • denominazione: deve contenere l’indicazione di “cooperativa sociale”.

  • tipologie di soci:

    • lavoratori (cooperatori);

    • volontari,

    • finanziatori,

    • sovventori,

    • utenti;

Se vengono utilizzati soci volontari (nella misura massima del 50% dei soci), questi devono essere assicurati contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali ed è corrisposto loro soltanto il rimborso delle spese effettivamente sostenute e documentate

 

Come si costituisce una Cooperativa sociale

Per costituire una cooperativa sociale è necessario:

  1. redigere un piano d’impresa (il cosiddetto ‘business plan’);

  2. creare una base sociale e una compagine lavorativa;

  3. redigere, nella forma di atto pubblico (quindi, alla presenza del notaio) un Atto costitutivo e uno Statuto;

  4. iscriversi presso:

    • il Registro delle Imprese

    • al REA - Repertorio Economico Amministrativo

    • all’Albo Società cooperative.


 

Costi e modalità di pagamento

La stesura dell'atto costitutivo e lo Statuto sono soggette a spese notarili.

L’imposta di registro si applica in misura fissa agli atti costitutivi e alle modifiche statutarie delle cooperative sociali.

Tuttavia, le modifiche statutarie sono esenti, oltreché dall’imposta di bollo, anche dall’imposta di registro se hanno lo scopo di adeguare gli atti a modifiche o integrazioni normative.

Area tematica: