Tu sei qui

Presentazione della documentazione a completamento della pratica per l'assegnazione di contributi a sostegno degli affitti per l'anno 2020

Share button

SOLO GLI UTENTI AMMESSI IN GRADUATORIA dovranno presentare la documentazione a completamento della pratica entro e non oltre il 31/01/2021 - NESSUNA comunicazione verrà inviata agli interessati

Il contributo verrà erogato successivamente alla verifica degli avvenuti pagamenti del canone di affitto e dei requisiti previsti, e dopo la liquidazione da parte della Regione Toscana dei fondi concessi.

Ai fini della quantificazione del contributo effettivamente liquidabile agli aventi diritto collocati in graduatoria, i beneficiari sono tenuti a presentare la documentazione richiesta accompagnata dall'apposito tagliando compilato in tutte le sue parti   all'indirizzo e-mail protocollo@comune.arezzo.it

Documentazione da allegare al tagliando di presentazione:

  1. Documentazione comprovante l’avvenuto corretto pagamento del canone mensile per l’anno 2020:  possono essere consegnate ricevute di pagamento con imposta di bollo assolta, o in alternativa copie dei bonifici, o in alternativa dichiarazione di addebito in c/c con lista dei pagamenti mensili rilasciato dall’istituto di credito corredato di timbro e firma dell'istituto stesso, o in alternativa dichiarazione del proprietario mediante il modulo P corredato da copia del documento di identità del proprietario stesso.

NON SARANNO ACCETTATE COPIE DI ESTRATTI CONTI O MOVIMENTI DEL CONTO CORRENTE.

  1. In caso di morosità: dichiarazione del proprietario (modulo PMo), prodotta in originale e corredata da fotocopia del documento di identità del proprietario stesso, che attesti sia la propria disponibilità a ricevere direttamente l’eventuale erogazione del contributo a sanatoria parziale della morosità (L. 269/2004), sia l’avvenuta rinuncia alla procedura di sfratto per morosità riferita all’anno 2020. L’erogazione potrà avvenire anche tramite l’associazione della proprietà edilizia dallo stesso locatore per iscritto designata, che attesti l’avvenuta sanatoria con dichiarazione sottoscritta anche dal locatore (così come previsto dall’art. 11, comma 3, della Legge 431/98 modificato con Legge 269/2004).
  2. Solo se dovuto: l’eventuale rinnovo del contratto e/o l’attestazione del pagamento della tassa di registrazione successiva alla prima annualità oppure documentazione attestante l’opzione della cedolare secca.
  3. in caso di ISE pari a € 0 o comunque inferiore al canone di locazione annuo: dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà rilasciata su Modulo VR 2020 (corredata dai documenti richiesti nel modulo stesso) per l’anno 2020, se dovuta la mancata presentazione di questa dichiarazione entro il termine, farà venir meno il possesso del requisito previsto dall’art. 1 bis, con conseguente decadenza dalla graduatoria. Non occorre allegare tale dichiarazione nel caso in cui il richiedente usufruisca di assistenza da parte dei Servizi sociali del Comune di Arezzo.

I beneficiari, oltre alla documentazione attestante l'avvenuto e corretto pagamento del canone, devono presentare tutta la documentazione richiesta nell'apposita tabella e occorrente per verificare quanto emerso durante l'istruttoria.

In assenza di presentazione entro il termine perentorio del 31 Gennaio 2021 della documentazione sopra richiesta, il contributo non potrà essere erogato né l’interessato potrà essere riammesso nei termini, né l’Ente provvederà ad inoltrare avvisi.

In caso di decesso del beneficiario, il contributo sarà assegnato agli eventuali eredi con lui conviventi alla data della domanda.

In assenza di questa possibilità il contributo - calcolato per il periodo di residenza del beneficiario nell’immobile, sulla base alla documentazione attestante l’avvenuto pagamento del canone di locazione - sarà corrisposto ad altri eventuali eredi, identificati sulla base di adeguata certificazione, da presentarsi al Comune entro il termine del 31 Gennaio 2021.

Nel caso in cui il soggetto richiedente abbia, nel corso dell'anno 2020, trasferito la propria residenza in un altro alloggio nel Comune di Arezzo, il ricongiungimento dei periodi contrattuali, ai fini del calcolo del contributo erogabile, non verrà comunque ammesso qualora l'interruzione sia superiore ai 30 giorni. Effettuato il ricongiungimento dei periodi contrattuali, il contributo sarà erogabile solo previa verifica del mantenimento dei requisiti di ammissibilità della domanda, valutato tenendo conto dell’incidenza ottenuta dalla somma dei canoni riferiti ai diversi alloggi, rispetto all’ISE. L’entità del contributo non può in ogni caso superare il valore stimato per la collocazione in graduatoria. In caso di trasferimento in altro Comune sarà possibile erogare solo la quota di contributo spettante in relazione ai mesi di residenza nell’alloggio a cui si riferisce la domanda.

Per informazioni o appuntamento contattare i numeri 0575 377 777 oppure 0575 377264 oppure 0575 377 179

 

 

 

Martedì, 15 Dicembre, 2020
Tag: