Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

mercoledì, 23 Ottobre 2019
Portale Ufficio Stampa Archivio comunicati 2019 “Un tagliando al regolamento per la tutela del centro storico. Ottimi risultati già ottenuti. Serviva un check per rimodulare alcune situazioni”
Conferenze stampa

I più piccoli imparano le buone regole dell’educazione stradale

23 ottobre 2019 - ore 12.00 - Piazza della Libertà

Arezzo Half Marathon

21 ottobre 2019 - ore 12.00 - Sala Giostra del Saracino di palazzo comunale

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

“Un tagliando al regolamento per la tutela del centro storico. Ottimi risultati già ottenuti. Serviva un check per rimodulare alcune situazioni”

Dichiarazione dell'assessore alle attività produttive Marcello Comanducci

“Abbiamo fatto un tagliando al regolamento per la tutela e il decoro del patrimonio culturale del centro storico, a poco più di un anno dalla sua approvazione. Intanto diamo a queste norme  un giudizio positivo. Lo stop all'apertura di alcune attività ha certamente restituito la giusta dimensione estetica e turistica al nostro 'salotto', pensiamo a minimarket, money transfer, phone center, compro oro, sale giochi, attività alimentari non della tradizione. A cui si aggiunge adesso la cannabis light. La strada intrapresa, dunque, è quella che ci proponevano ma allo stesso tempo abbiamo ritenuto di monitorare alcune situazioni e capire se necessitavano di una rimodulazione. Certamente, quello dei metri quadrati dei locali di somministrazione e del rapporto tra superficie destinata all'attività principale e bagno eventuale è un aspetto che è emerso. Abbiamo così ritenuto di dare maggiore elasticità al rapporto metri complessivi/servizi igienici, con ulteriori deroghe per i locali ubicati all'interno di immobili vincolati dalla Soprintendenza: tra i 20 e i 30 metri quadrati non è obbligatorio prevedere un bagno, tra i 30 e 60 metri quadrati occorre la presenza di un bagno per i clienti, oltre i 60 il bagno per la clientela deve essere accessibile ai disabili. Diamo così una risposta agli imprenditori e allo stesso tempo tuteliamo  anche le persone con impedimento motorio.

Confermiamo dunque la natura di questo regolamento: che deve essere elastico, attento alle situazioni concrete, funzionale allo sviluppo economico-turistico del centro storico. Senza inutili rigidità. Continueremo con questi check periodici per mantenerne la sostanza ma anche per plasmarlo sulla base a quanto emerge dalla realtà e dalle esigenze degli operatori. E non dimentichiamo l'inasprimento delle sanzioni per chi lascia i rifiuti provocando sporco per strada a causa dei liquidi persi. Un ulteriore segnale che va nella direzione che auspichiamo in quanto questo fenomeno è ancora fortemente diffuso”.

 

Azioni sul documento

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo