Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

mercoledì, 19 Giugno 2019
Portale Ufficio Stampa Archivio comunicati 2017 Pier Tancredi DE-COLL’: la nuova mostra alla Galleria comunale di arte contemporanea
Conferenze stampa

La coppa dei campioni AIA

19 giugno 2019 - ore 11.30 - Sala Giostra del Saracino di palazzo comunale

Piazza Guido Monaco in fiore

18 giugno 2019 - ore 15.30 - Piazza Guido Monaco

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

Pier Tancredi DE-COLL’: la nuova mostra alla Galleria comunale di arte contemporanea

Preview per la stampa alle 17,30 di sabato 28 aprile e a seguire, alle 18, inaugurazione al pubblico. Ingresso gratuito fino al 24 giugno

Alla Galleria comunale di arte contemporanea di piazza San Francesco, dal 29 aprile al 24 giugno, organizzata dall’amministrazione comunale e curata da Liletta Fornasari e Paola Gribaudo, è ospitata la mostra Pier Tancredi DE-COLL’, visitabile con ingresso gratuito dal 29 aprile al 1 maggio 10-13 e 16-20 e dal 2 maggio al 24 giugno 10-14 e 15-19. Lunedì chiuso. Allestimenti di Roberto Barbetti, Liletta Fornasari e Pier Tancredi De-Coll’. Preview per la stampa alle 17,30 di sabato 28 aprile e a seguire, alle 18, inaugurazione al pubblico.

Il sindaco Alessandro Ghinelli: “dopo ‘Arezzo per Arezzo’, la testimonianza e la conferma di quanto siano capaci di rinnovarsi all’insegna della qualità la nostra storia e la nostra tradizione culturale, la sintonia tra la città e l’arte figurativa prosegue con un artista di diversa provenienza geografica: Torino e la sua identità particolare, plasmata geograficamente dal corso del Po e dal profilo delle Alpi e storicamente da due ‘rivoluzioni’, quella risorgimentale prima e quella industriale poi. Grazie alla pittura di Pier Tancredi De-Coll’, è come se Arezzo concedesse ospitalità al capoluogo piemontese, alle sue atmosfere fatte di ombre e luci. Così come di luce, declinata in ogni sua accezione, perfino quella ‘notturna’ de ‘Il sogno di Costantino’, è caratterizzata la pittura del maestro del Rinascimento conservato qui accanto alla galleria comunale, nella cappella Bacci. Mi riferisco ovviamente a Piero della Francesca, che anche grazie a questa contiguità fisica degli spazi ‘controlla’ quanto sia proficuo il dialogo tra artisti di varie epoche”.

Sessanta opere in esposizione che offrono al pubblico la possibilità di ammirare l’antologica di un artista contemporaneo, finora sostanzialmente inedito, complesso e caratterizzato da molti aspetti originali come descrive Liletta Fornasari: “la mostra propone il suo repertorio di ritratti, interni, tavole apparecchiate, trasparenze di vetri, corpi umani, paesaggi e spaccati di vita urbana. Dove si oscilla tra dimensioni compiute e la sensazione che tutto sia in continuo movimento, dallo spazio alla profondità e ai piani compositivi, questi ultimi abilmente sfalsati. La pennellata, dunque, sembra scomporsi in macchie cromatiche ben distinte e allo stesso tempo appare omogeneamente distesa sulla tela. C’è il mondo di De Coll’: quello torinese alto-borghese, e la cifra pittorica di De Coll’ assorbe le caratteristiche del capoluogo piemontese, la bellezza femminile, con una resa personalissima del nudo, l’intimità di una stanza e di un volto pensieroso davanti a uno specchio, la passione per il jazz e per la musica in genere”.

Paola Butali ha ricordato il ruolo di main sponsor di Artecerreta “progetto nato nel 2009 all’interno dell’azienda agricola omonima da me diretta, che ha deciso di finanziare questa mostra antologica. Artecerreta porta avanti progetti artistici e la realizzazione di mostre d’eccellenza incentrate su personalità di spicco come quella di Pier Tancredi De-Coll’ che con le sue opere costituisce una sintesi eccellente fra tradizione ed evoluzione”.

Pier Tancredi De-Coll’, torinese, ha mosso i primi passi presso lo studio del pittore Serafino “Sergi” Geninetti e ha esordito come vignettista per i quotidiani Stampa Sera (1982-1995) e La Stampa (1984-1995). In questa veste è stato inserito tra i maggiori rappresentanti della grafica sportiva nazionale nella mostra HumorCalcio del 1993. Con lo scrittore Federico Audisio di Somma ha realizzato i volumi di disegni e poesie Il Jazz del torello verde (1984) e Femmes, Donne Elettriche (1986) quest’ultimo con la prefazione di Gianni Versace.

Al suo percorso artistico è dedicato il catalogo Pura Pittura (Gli Ori), presentato durante l’edizione 2017 del Salone del libro di Torino. Arezzo ospiterà invece la presentazione di un nuovo volume, dal titolo Pier Tancredi De Coll’, sempre edito da Gli Ori, curato da Paola Gribaudo con testi di Federico Audisio di Somma, Paola Gribaudo e Liletta Fornasari, stampato proprio in occasione della mostra alla galleria comunale.

 

Azioni sul documento

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo