Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

sabato, 22 Febbraio 2020
Portale Ufficio Stampa Archivio comunicati 2017 "Gli alberi del Porcinai non si toccano! Al via la raccolta firme per salvare i lecci"
Conferenze stampa

Calcit: danza, mercatino e solidarietà

24 febbraio 2020 - ore 12.00 - Sala Giostra del Saracino di palazzo comunale

Il Comune di Arezzo e la Tribù dei nasi rossi: la collaborazione

18 febbraio 2020 - ore 10.00 - Sala del camino di palazzo comunale

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

"Gli alberi del Porcinai non si toccano! Al via la raccolta firme per salvare i lecci"

Nota del gruppo consiliare del Partito democratico

Ancora una volta la giunta aretina di destra si dimostra insensibile ai temi ambientali, alla cura del verde e all'attenzione per gli alberi della città. La scelta di tagliare oltre 60 lecci e sostituirli con un esiguo numero di tigli nell'area dei giardini del Porcinai, è inaccettabile. Per questo abbiamo deciso di promuovere una raccolta firme dal titolo “Salva i lecci, salva i Giardini del Porcinai” per chiedere che venga cambiato il progetto relativo alla loro riqualificazione.

Chiediamo la massima partecipazione dei cittadini contro l'ennesima decisione presa senza considerare ciò che gli stessi possano pensare di questa iniziativa, in barba al fatto che non solo questi alberi connotino da sempre quella porzione della città, che portino beneficio alla qualità dell'aria, ma anche in barba al fatto che quella zona abbia un valore paesaggistico e storico indiscutibile. Porteremo avanti questa iniziativa nonostante la giunta abbia risposto picche alla nostra interrogazione in Consiglio Comunale. È arrivata davvero l'ora di dire basta a questa continua autoreferenzialità della giunta di destra aretina.

 

Azioni sul documento

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo