Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

mercoledì, 23 Ottobre 2019
Portale Ufficio Stampa Archivio comunicati 2017 Ghinelli e Tanti: bene "sgomberopoli", fuori dalle regole nessuna solidarietà
Conferenze stampa

I più piccoli imparano le buone regole dell’educazione stradale

23 ottobre 2019 - ore 12.00 - Piazza della Libertà

Arezzo Half Marathon

21 ottobre 2019 - ore 12.00 - Sala Giostra del Saracino di palazzo comunale

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

Ghinelli e Tanti: bene "sgomberopoli", fuori dalle regole nessuna solidarietà

"Grazie al questore e alla polizia municipale. Bene la linea dura"

"Chi sta fuori dalle regole, chi pensa che Arezzo possa essere un nascondiglio, oggi ha la prova provata che non è così. Solidarietà e attenzione sono garantite solo per chi sta nel perimetro della legalità, chi sta fuori dalle regole non troverà in questa città scappatoie". Commenta così il sindaco Alessandro Ghinelli gli sgomberi all'ex mercato ortofrutticolo.

"Per lunghi mesi sono stata sollecitata prima e accusata poi da una parte delle opposizioni sul perché non davo risposte di accoglienza a queste persone - aggiunge Lucia Tanti, assessore alle politiche sociali - ed ebbi a dire in aula, rispondendo alla ennesima interrogazione, che i servizi sociali non si attivano per coloro i quali stanno per scelta fuori dalle regole. I fatti oggi ci danno ragione e i fogli di via sono la dimostrazione che il tema non era materia dei servizi sociali ma delle forze dell'ordine. La linea dura su queste questioni non è in discussione: chi ha bisogno troverà sempre un sostegno ma non veniamo a compromessi con chi non intende rispettare le regole in ossequio a un falso buonismo che genera solo vera insicurezza sociale. Un grazie sincero al questore, alla polizia di Stato e alla municipale".

Azioni sul documento

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo