Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

lunedì, 17 Giugno 2019
Portale Ufficio Stampa Archivio comunicati 2017 Consiglio Comunale 23 febbraio 2018 / le interrogazioni
Conferenze stampa

Piazza Guido Monaco in fiore

18 giugno 2019 - ore 15.30 - Piazza Guido Monaco

Parco Pertini: la riqualificazione

13 giugno 2019 - ore 11.00 - Laghetto all'interno del parco

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

Consiglio Comunale 23 febbraio 2018 / le interrogazioni

Crisi della Us Arezzo: questo l'argomento della prima interrogazione che è stata presentata da Andrea Modeo il quale ha chiesto spiegazioni all'amministrazione su quanto ha fatto e sugli scenari presenti e futuri. Il sindaco Alessandro Ghinelli ha precisato che la società ha un grosso debito ormai irrecuperabile e che l'amministrazione si è messa in prima linea, fin dall'inizio, per salvare la squadra. Molti imprenditori hanno contattato direttamente il sindaco, per fare investimenti anche sullo stadio. Una strada che non è andata a buon fine, vista la consistenza del debito esistente.

L'unica soluzione al momento, secondo l'amministrazione, è l'inevitabile passaggio al fallimento a cui dovrà seguire un esercizio provvisorio per arrivare alla fine del campionato, consentendo quindi alla squadra di rimanere in serie C. Al termine della stagione il curatore potrà vendere il titolo sportivo, come già accaduto in casi analoghi andati a buon fine. Il sindaco ha anche confermato ottimi rapporti con la Lega Pro, con i cui vertici, tra cui il segretario generale Francesco Ghirelli, ha condiviso l'opinione che l'unica soluzione da intraprendere sia rimasta quella dell'esercizio provvisorio.

Interrogazione di Donato Caporali sui finanziamenti, pari a due milioni di euro, stanziati dal ministero per eliminare il passaggio a livello della frazione di Giovi. Il consigliere ha chiesto se l'amministrazione comunale intenda realizzare, come stabilito in precedenza, il lotto due della variante, cioè la rotonda. Il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini ha precisato che i finanziamenti sono stati solo annunciati, e non ci sono ancora conferme sul fatto che saranno stanziati. Obiettivo dell'amministrazione è realizzare il lotto due, una volta completato il primo.

Il consigliere Federico Scapecchi ha presentato un'interrogazione riguardo alle prossime elezioni politiche e in particolare sul bollino antifrode che verrà applicato, a partire da questa tornata, sulla scheda elettorale chiedendo se l'amministrazione ha dato istruzioni in merito ai presidenti di seggio e agli scrutatori. L'assessore Barbara Magi ha chiarito che l'amministrazione ha chiesto alla prefettura un incontro con tutti i presidenti di seggio affinché possano apprendere a pieno tutte le caratteristiche del nuovo sistema elettorale.

Il consigliere Massimo Ricci ha chiesto all'amministrazione se ha partecipato, o ha intenzione di farlo, al bando con cui vengono messi a disposizione dei Comuni 15mila euro per interventi di bonifica dall'amianto. L'assessore Sacchetti ha precisato che i progetti sono già pronti e l'amministrazione è in attesa dei finanziamenti.

Il consigliere Simone Chierici ha presentato un'interrogazione sulla Casa delle Culture con cui ha chiesto se ci sono stati costi aggiuntivi, da parte dell'amministrazione, per la gestione, quali attività accessorie sono state svolte, e se gratuite o a carico degli utenti, quante sono le associazioni che fanno parte del tavolo di coordinamento e di quantificare il costo complessivo del contratto.

L'assessore Barbara Magi ha precisato che, come riporta il capitolato, lo sportello di front office, che fornisce informazioni ai cittadini stranieri e non, rimarrà aperto. L'amministrazione intende solo razionalizzare i costi, non interrompere i servizi essenziali che vengono forniti dalla struttura di piazza Fanfani. E' stata proprio l'analisi dei costi eccessivi che ha indotto ad una razionalizzazione del servizio. Gli spazi che sono occupati dalla Casa delle Culture saranno resi disponibili per il Polo Universitario Aretino, che svolgerà nella sede corsi di ingegneria.

Interrogazione ancora di Alessandro Caneschi sulla Fortezza Medicea: sul perchè non è tenuta aperta per lunghi periodi dell'anno.

Ancora il consigliere Massimo Ricci sui giochi per l'infanzia nei parchi pubblici e su segnalazioni relative al fatto che sotto alle strutture ludiche non ci sono pavimentazioni realizzate in materiali morbidi in modo da poter attutire le cadute dei bambini. Sono pochi i giochi per bimbi diversamente abili.

Il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini ha precisato che l'amministrazione ha fatto investimenti importanti nei parchi e nei giochi e ne farà ancora anche grazie ai finanziamenti provenienti dal bando per le aree degradate. E' stata fatta una ricognizione di tutti i parchi cittadini e di tutte le strutture ludiche ed è stato istituito un servizio di verifica mensile sullo stato delle aree verdi che verrà svolto da un dipendente comunale.

Il consigliere Barbara Bennati ha presentato un'interrogazione sulla Casa Diritta ritenendo che sia stata trasformata in uno spazio adibito ad ufficio e lanciando l'allarme sul fatto che, dopo la Casa delle Culture, anche questa struttura verrà spogliata dei servizi che svolgeva.

L'amministrazione comunale, attraverso la precisazione dell'assessore Tanti, ha risposto che le iniziative che venivano svolte alla Casa Diritta sono state tutte mantenute, ma è stata sospesa solo il servizio svolto con il tribunale in merito all'assistenza dei minori affidati, che verrà ripreso in collaborazione con la Asl quando ad Arezzo sarà riconosciuto di nuovo il proprio distretto sanitario.

Sempre Bennati ha presentato un'interrogazione relativa al nuovo codice di protezione civile che prevede l'organizzazione di gruppi di volontariato comunali, quindi un ruolo di nuovo attivo di questi ultimi nella gestione delle emergenze metereologiche.

L'assessore Barbara Magi ha risposto che è in atto una valutazione sull'eventuale costituzione di un'organismo del volontariato locale.

Paolo Sisi ha presentato un'interrogazione relativa al parcheggio posto nell'area ex Standa: l'amministrazione, rispondendo a un'interrogazione del consigliere Caneschi, nel Consiglio Comunale del 24 luglio 2017 aveva affermato che non si potevano più usare quei parcheggi in quanto era scaduta la convenzione che li regolamentava. Questo in base alla delibera di Giunta del 28 aprile 2017 con la quale si dichiarava che il condominio e la società immobiliare Bosco Prima avevano riacquistato l'uso di queste aree. Ad oggi la situazione è cambiata in quanto, con delibera di Giunta del 9 gennaio 2018, è stato dichiarato che l'area in questione era gravata da servitù di uso pubblico ed è stato quindi deliberato l'annullamento in autotutela della precedente deliberazione ed è stata riaffidata nuovamente la gestione del parcheggio ad Atam. A seguito di questo l'immobiliare Bosco Prima ha presentato ricorso al Tar. Il consigliere ha quindi chiesto le motivazioni per cui non è stato trovato un accordo e se ci sono ulteriori aggiornamenti.

L'assessore Marco Sacchetti ha replicato che la prima delibera è stata revocata perchè sono sopraggiunte novità di natura giuridica.

Massimo Ricci ha presentato un'interrogazione ricordando la tragica vicenda di Giulio Regeni: se verranno portate avanti dall'amministrazione azioni per chiedere chiarezza su questa morte come stabilito da una mozione approvata in un Consiglio Comunale di due anni fa.

Ultima interrogazione del consigliere Alessandro Caneschi sui finanziamenti stanziati dal Ministero per la prevenzione sismica nell'edilizia scolastica. Sul perchè il Comune di Arezzo non risulta destinatario di tali risorse e se l'amministrazione ha presentato domanda per accedere a questi fondi. Il vicesindaco Gamurrini ha precisato che il bando era del marzo 2015 quando era ancora in carico la Giunta Fanfani e che l'amministrazione attuale ha partecipato tutti gli anni di mandato a bandi in materia ed ha ottenuto finanziamenti.

Azioni sul documento

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo