Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

venerdì, 23 Agosto 2019
Portale Ufficio Stampa Archivio comunicati 2017 Comunicati Stampa Presentato l’atto di indirizzo per il monumento a Largo Martiri delle Foibe
Conferenze stampa

Via Petrarca: lavori in corso

31 luglio 2019 - ore 11.30 - Via Petrarca

Maltempo: il sindaco Alessandro Ghinelli

29 luglio 2019 - ore 10.00 - Sala del camino di palazzo comunale

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

Presentato l’atto di indirizzo per il monumento a Largo Martiri delle Foibe

Nota dei consiglieri comunali Giovanna Carlettini, Roberto Bardelli, Angelo Rossi

È stato presentato l’atto di indirizzo annunciato in occasione del Giorno del Ricordo, lo scorso 10 febbraio, da parte dei consiglieri comunali Giovanna Carlettini, Roberto Bardelli e Angelo Rossi che invita sindaco e giunta a realizzare il monumento Pietre della Memoria, presso Largo Martiri delle Foibe, con le pietre carsiche di Basovizza.

“Confidiamo nella sensibilità di tutto il Consiglio Comunale a prendere atto, approvando così il nostro documento, che quella delle foibe è stata una tragedia, troppo spesso dimenticata, fatta di migliaia e migliaia di morti, deportazioni di massa e pulizia etnica a opera dal regime comunista di Tito nei confronti di chi aveva come unica colpa l’essere italiano. Il numero degli infoibati e dei massacrati nei lager di Tito fu ben superiore a quello temuto dallo stesso premier italiano dell’epoca: Alcide De Gasperi. Le stime raccontano che nel periodo tra il 1943 e il 1947 perirono almeno 20.000 connazionali mentre gli esuli costretti a lasciare le loro case furono almeno 250.000. Quelle persone, uomini, donne, bambini e anziani, meritano di essere ricordate. Anche da Arezzo”.

Azioni sul documento

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo