Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

mercoledì, 23 Ottobre 2019
Portale Ufficio Stampa Archivio comunicati 2017 “Sei Toscana: che disastro. Ancora resta da vederne delle belle”
Conferenze stampa

Osservazioni Piano Strutturale

24 ottobre 2019 - ore 12.00 - Sala Giostra del Saracino di palazzo comunale

I dieci anni dello Sportello Unico

24 ottobre 2019 - ore 11.00 - Sportello Unico, piazza Amintore Fanfani

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

“Sei Toscana: che disastro. Ancora resta da vederne delle belle”

Dichiarazione del consigliere comunale Roberto Bardelli

Mamma mia che disastro. Perdite per oltre quattro milioni di euro, un presidente stanco e provato che si dimette alla vigilia del voto sul bilancio per ragioni ancora da chiarire, soci che litigano su tutto, un amministratore delegato a suo tempo chiacchierato e vicinissimo al ‘Giglio Magico’, un Cda che approva un bilancio in rosso senza ormai il presidente, la stranezza di nominare tre commissari che comunque lasciano in piedi un Consiglio di Amministrazione fallimentare e non intervengono nella gestione della società. Questi sono tutti gli ingredienti che hanno reso esplosiva la situazione di Sei Toscana. In attesa del fatidico 29 giugno, quando tutti i soci si riuniranno per approvare il bilancio: un'assemblea che si annuncia infuocata. Non possiamo dimenticare che in Toscana la gestione dei rifiuti è anche nelle mani di un partito, il Pd, che fino a poco tempo fa ha fatto il bello e il cattivo tempo, non rendendosi conto che il mondo intorno stava cambiando e che certi ingranaggi, a suo tempo ben oliati ed efficienti, oramai non tengono più. E in questo particolare momento abbiamo da una parte i lavoratori di Sei Toscana che si ritrovano in balia degli eventi, costretti ad andare avanti in un clima poco sereno, dall'altra parte i cittadini che pagano comunque le tariffe dei rifiuti e si domandano, però, come mai il buco nel bilancio si allarga sempre più e tremano anche solo al pensiero che un servizio così indispensabile possa stopparsi improvvisamente. Sarà bene farsi tutti quanti un bell'esame di coscienza, perché tra poco si scatenerà la tempesta perfetta, e ne vedremo delle belle.

Azioni sul documento

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo