Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

domenica, 16 Giugno 2019
Portale Ufficio Stampa Archivio comunicati 2017 “Nuove Acque: interessi della comunità in campo. Ed Estra in tribuna”
Conferenze stampa

Parco Pertini: la riqualificazione

13 giugno 2019 - ore 11.00 - Laghetto all'interno del parco

Piazza Grande: il loggiato vasariano. E ora la Giostra

11 giugno 2019 - ore 11.30 - Logge Vasari

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

“Nuove Acque: interessi della comunità in campo. Ed Estra in tribuna”

Dichiarazione del consigliere comunale Roberto Bardelli

Mi sembra lampante, quasi una ovvietà, non prorogare la concessione del servizio idrico all’attuale gestore Nuove Acque.

Il servizio reso in questi anni è stato, sotto certi punti di vista, migliorativo. Vedi ad esempio la possibilità di bere acqua dal rubinetto perché veramente di qualità.

Ma sono tantissime le pecche, a partire dal prezzo esagerato dell’acqua stessa all’arroganza nel trattare il cittadino/utente che sfocia spesso nel ridicolo, agli investimenti a singhiozzo. 

Se chiedono una proroga di altri tre anni perché secondo gli amministratori la rete è vecchia, gli impianti da rivedere e da sostituire e via con altre motivazioni, mi interrogo su cosa hanno fatto in questi diciassette anni, visto che la scusa per i continui e assurdi aumenti delle tariffe erano “importanti e fondamentali investimenti”.

C’è altresì da notare che chi doveva controllare, in primis il socio di maggioranza che è  pubblico e in particolare i sindaci dei Comuni, mai è intervenuto a gamba tesa sulle varie distorsioni e problematiche che Nuove Acque ha creato e non ha saputo ben gestire. Una quasi omertà che ha alimentato ancora di più insofferenza e malcelato astio nei confronti del servizio idrico da parte del cittadino, spennato sempre e comunque.

Ma per correttezza va anche specificato che se Estra dovesse acquisire quote di Nuove Acque da altri soci privati, non è vero che il controllo sulla gestione delle acque tornerà pubblico in automatico. La natura sociale di Estra è quella di una società per azioni che ha come obiettivo quello di fare profitti, senza dimenticare che a breve dovrà essere quotata in Borsa.

La prudenza che c’impone il nostro ruolo in questo momento è quello di fare esclusivamente l’interesse del cittadino e di valutare con attenzione tutte le vie che sono percorribili e possibili, non limitandosi a logiche di partito o a interessi di parte.

Una scelta così importante non è una partita di calcio dove si tifa a priori per la maglia che ci piace di più, ma per quella che faccia gli interessi di una comunità.

 

Azioni sul documento

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo