Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

domenica, 25 Agosto 2019
Portale Ufficio Stampa Archivio comunicati 2017 “Grande è la confusione sotto il cielo”
Conferenze stampa

Via Petrarca: lavori in corso

31 luglio 2019 - ore 11.30 - Via Petrarca

Maltempo: il sindaco Alessandro Ghinelli

29 luglio 2019 - ore 10.00 - Sala del camino di palazzo comunale

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

“Grande è la confusione sotto il cielo”

Dichiarazione del consigliere comunale Roberto Bardelli

“I rifiuti e la loro gestione sono sempre stati un problema delicato a livello nazionale ma in Toscana, soprattutto nel contesto locale, stiamo assistendo a schizofrenici movimenti da parte di più attori che, in questi ultimi anni, hanno malgestito la situazione, in alcuni casi anche in modo poco chiaro.

Da un lato, il governatore Rossi propende per un ATO unico regionale sui rifiuti, dall’altro i sindaci del suo stesso schieramento hanno ora cambiato idea e sono contrari a questa opzione. Abbiamo poi le discariche che la maggior parte degli amministratori locali adesso vorrebbe chiudere e SEI Toscana, con tre commissari che hanno, a mio giudizio inspiegabilmente, lasciato al loro posto un cda che in un periodo di crisi si vuole addirittura aumentare i compensi. Questo commissariamento è peraltro frutto di recenti inchieste giudiziarie. La stessa gara vinta a suo tempo da SEI Toscana lascia dei dubbi su cui nessuno ha mai posto questioni perché sicuramente faceva comodo così.

Oggi i tempi sono cambiati e si assiste a un fuggi-fuggi generale per cercare nuove opzioni e pontificare su cosa fare in futuro sulla gestione dei rifiuti. La verità è che il business fa gola a molte, troppe aziende, e a una politica arruffona e affaristica. I rischi sono che a rimetterci sia di nuovo il contribuente e che taluni si facciano nuovamente del male con azioni spericolate”.

Azioni sul documento

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo