Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

martedì, 18 Febbraio 2020
Portale Ufficio Stampa Archivio comunicati 2014 “Via Marco Perennio: solo chiacchiere e distintivo”
Conferenze stampa

Il Comune di Arezzo e la Tribù dei nasi rossi: la collaborazione

18 febbraio 2020 - ore 10.00 - Sala del camino di palazzo comunale

Il fumetto di Orgoglio Amaranto nelle scuole primarie

8 febbraio 2020 - ore 11.30 - Informagiovani

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

“Via Marco Perennio: solo chiacchiere e distintivo”

Dichiarazione del consigliere comunale Roberto Bardelli

Niente di nuovo sotto il sole, purtroppo questa amministrazione comunale si ricorda dei suoi cittadini solo quando servono come bacino elettorale in previsione delle elezioni. Non mi stupisco affatto vedendo la vivace protesta degli abitanti di via Marco Perennio.

Nei giorni che precedevano le elezioni, i membri di questa maggioranza si sono prodigati come pochi a fare promesse di qualunque tipo: aiuti all’occupazione, rilancio dell’economia, miglioramento della qualità della vita, chiusura di annose vicende quali il teatro Petrarca e l’area ex Lebole. Vinte le elezioni, abbandonati tutti i progetti!

Che questa maggioranza non abbia i numeri e le capacità per governare è  evidente. Questo è solo l’ennesimo episodio: i commercianti e gli abitanti di via Marco Perennio sono giustamente infuriati. Come potrebbe essere diversamente? L’area del vecchio distributore ha già subito una bonifica e ancora oggi è abbandonata. Nessuno ci ha detto cosa vogliono fare, nessuno ha preso una decisione in merito. Non esistono progetti, non esiste una destinazione d’uso.

Ho letto la risposta che l’assessore Dringoli ha dato sui giornali, ancora una volta fumo. I nostri cittadini si meritano molto di più. Spero che questo episodio, sia servito da lezione alla Giunta Fanfani. Non è con i proclami che si amministra una città ma con i fatti e i progetti. I cittadini prendono coscienza del proprio ruolo e vogliono partecipare, in modo attivo, alla vita politica della città. Finite di prenderli e di prenderci in giro.

Azioni sul documento

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo