Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

mercoledì, 19 Dicembre 2018
Portale Ufficio Stampa Approfondimenti Approfondimento: quando Arezzo è entrata nel club dei 100.000
Conferenze stampa

Lucia Tanti: l’impegno per i diversamente abili

17 dicembre 2018 - ore 11.30 - Piazza della Libertà

Telethon: raccolta fondi e pedalata

10 dicembre 2018 - ore 12.00 - Sala Giostra del Saracino - Palazzo Comunale

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

Approfondimento: quando Arezzo è entrata nel club dei 100.000

Se il censimento generale della popolazione interesserà l'intero territorio italiano, il suo inizio cade proprio nel primo anniversario di una data a suo modo "storica" per la nostra città: il 9 ottobre 2010, dopo qualche giorno di attento monitoraggio dei registri del servizio di anagrafe, gli amministratori comunali potevano dare la notizia dell'ingresso ufficiale di Arezzo nell'esclusivo club delle 46 città italiane over centomila.

Il Comune di Arezzo - 386 kmq. di territorio, un capoluogo baricentrico attorniato da diverse decine di centri abitati "minori" ma di antico insediamento e ragguardevoli dimensioni - aveva chiuso il suo bilancio demografico al 31 dicembre 2009 attestandosi a quota 99.503 abitanti residenti. Considerato l'andamento del saldo migratorio, vero motore della crescita demografica dell'ultimo decennio, era solo questione di tempo raggiungere dunque la fatidica soglia dei "cinque zeri". Ne facevano parte in Toscana solo Firenze, Prato e Livorno.

Se facciamo un passo indietro, e osserviamo con sufficiente distanza prospettica il lungo cammino attraverso il quale la comunità aretina ha raggiunto la soglia dei 100.000 abitanti, assistiamo a un andamento demografico alterno, segnato da processi - economici, sociali, urbanistici, di costume - che lo hanno profondamente condizionato, plasmandone i tratti sulla scia di fattori di carattere nazionale, ma anche di dinamiche endogene.

In Toscana, il Comune di Arezzo detiene il secondo posto per superficie, dopo quello di Grosseto, nei confronti del quale presenta tuttavia una densità assai più marcata (258,7 abitanti per kmq.), oltre che un insediamento più diffuso; basta percorrere il territorio, provinciale oltre che comunale, per avvertire la grande differenza di modello insediativo tra l’aretino, il senese o il grossetano.

Ma a dispetto dell’ampiezza territoriale, lo sviluppo demografico del Comune di Arezzo è fenomeno storicamente recente, legato alla crescita espansiva del secondo Novecento e a quella - decisiva - del terzo millennio, messa in moto dall’esplosione del fenomeno migratorio.

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo