Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

sabato, 15 Dicembre 2018
Portale Ufficio Stampa Approfondimenti Approfondimento: Oxfam Italia e Orchestra Multietnica. La loro carta d'identità
Conferenze stampa

Lucia Tanti: l’impegno per i diversamente abili

17 dicembre 2018 - ore 11.30 - Piazza della Libertà

Telethon: raccolta fondi e pedalata

10 dicembre 2018 - ore 12.00 - Sala Giostra del Saracino - Palazzo Comunale

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

Approfondimento: Oxfam Italia e Orchestra Multietnica. La loro carta d'identità

Oxfam è tra le più grandi confederazioni internazionali specializzata in aiuto umanitario e progetti di sviluppo. Formata da 14 organizzazioni di paesi diversi che lavorano insieme con oltre 3.000 partner in 99 paesi del Sud del mondo, opera a livello globale per trovare soluzioni durature alla povertà e all’ingiustizia e contribuire a garantire mezzi di vita sostenibili, il diritto all’acqua, la salute e l’istruzione, il rispetto dei diritti umani nelle crisi umanitarie, il diritto alla partecipazione, all’ascolto e la solidarietà. Oxfam Italia è parte della confederazione internazionale Oxfam e nasce dall’esperienza di Ucodep, organizzazione non governativa aretina attiva da oltre 30 anni.

L’Orchestra Multietnica di Arezzo costituitasi nel 2007 su iniziativa del Comune di Arezzo grazie a un progetto di Officine della Cultura, ha visto ai suoi esordi esibirsi 20 giovani musicisti di cui almeno la metà di origine non italiana. Numero cresciuto nel tempo. È un’associazione di volontariato che svolge attraverso la musica un’attività culturale di integrazione sociale. A fianco dell’attività concertistica, l’associazione promuove percorsi didattici scolastici ed extrascolastici, finalizzati alla valorizzazione e alla promozione dell’intercultura. A proposito di intercultura, la migliore manifestazione è data proprio dal binomio di artisti anima dell’orchestra: Enrico Finck, ebreo, scrittore e interprete di spettacoli di teatro musicale tratti dalla tradizione ebraica; Jamal Ouassini, marocchino, direttore dell’Orchestra arabo-andalusa di Tangeri e direttore artistico di Ziryàb, associazione culturale per lo studio e la promozione della musica del Mediterraneo.

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo