Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

mercoledì, 19 Dicembre 2018
Portale Ufficio Stampa Approfondimenti Approfondimento: città gemelle, città sorelle
Conferenze stampa

Centri di aggregazione sociale: due nuovi progetti per renderli ancora migliori

20 dicembre 2018 - ore 10.30 - Sala del Camino - Palazzo Comunale

Lucia Tanti: l’impegno per i diversamente abili

17 dicembre 2018 - ore 11.30 - Piazza della Libertà

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

Approfondimento: città gemelle, città sorelle

Non solo Eger. Non solo Europa. Le amicizie internazionali della città di Arezzo si estendono oltre Atlantico e guardano a est come a ovest. Il gemellaggio più famoso, anche se è quello maturato nei tempi più recenti, è con Oswiecim, siglato nel 2009 prima in Polonia poi in Italia.

Le firme a suggello sono state quelle del Sindaco Giuseppe Fanfani e del suo omologo polacco, Janusz Marzalek. Oswiecim è la traslitterazione polacca di Auschwitz e non c’è bisogno di sottolineare quale carico di tragedia e memoria si ricolleghino a questo nome. Arezzo è la prima città italiana a essere legata, nel nome della pace, alla città polacca simbolo della Shoah. Sono già stati avviati molti scambi culturali e sportivi: una delegazione aretina sale in Polonia in occasione del 27 gennaio, Giorno della Memoria, la squadra di basket di Oswiecim sta a sua volta diventando una habituè del nostro parquet delle Caselle.

Nel settembre 2010 è stata la volta del gemellaggio con Viseu, o meglio della firma ufficiale di questo atto dopo che le premesse erano state già poste all’inizio degli anni 2000. Firmatari del protocollo di collaborazione tra i due Comuni il Sindaco Giuseppe Fanfani e il Presidente della Camera Municipale della città portoghese Fernando Ruas. Viseu è di antiche origini e vanta molti elementi in comune con Arezzo: si sta avvicinando anch’essa alla soglia dei 100.000 abitanti, conserva opere del periodo rinascimentale di grandissima qualità ed è in una zona agricola con caratteristiche case antiche fra fresche e dolci colline attraversate dal fiume Paiva.

Nell’aprile 2011, ecco Norman, Oklahoma. Ma in questo caso l’allora Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Caroti e il sindaco di Norman Cindy Rosenthal hanno firmato nella cittadina della contea di Cleveland un accordo di città “sorelle”. Per Arezzo si è trattato di presentare le proprie credenziali nel cuore del grande paese nord-americano. Norman, 115.000 abitanti, ai primi posti fra le città degli Stati Uniti per qualità della vita, ospita una prestigiosa università fondata nel 1890 con 30.000 studenti iscritti, 10.000 addetti, bilancio di 1 miliardo e mezzo di dollari, leader per gli scambi internazionali fra le università americane, vantati con 50 nazioni e 100 città. Questo campus è una delle eccellenze “a stelle e strisce” per la sua facoltà di ingegneria e il suo centro di previsioni meteorologiche. L’università di Norman dell’Oklahoma è presente nella nostra città dal 7 ottobre 2010 quando è stata inaugurata la sua sede in Corso Italia. A questo istituto sono già iscritte decine di studenti. Con l’accordo ufficiale siglato, ci sono tutte le premesse per dare sostegno alle iniziative che l’Oklahoma University intende portare avanti ad Arezzo.

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo