- Logo del Comune di Arezzo L@retina -

Comune di Arezzo


Sommario delle sezioni presenti in questa pagina
domenica, 21 aprile 2019


Salta Il Concerto di Natale dei Grandi Appuntamenti della Musica e vai alla sezione successiva

Il Concerto di Natale dei Grandi Appuntamenti della Musica


(Modificato il: 17/12/2009)

Sabato 19 dicembre nella splendida cornice della Basilica S. Francesco


FRANZ JOSEPH HAYDN
Sinfonia n. 48 in Do Maggiore Maria Theresia Hob I:48
per orchestra

Theresienmesse Hob. XXII:12
per soli, coro e orchestra

Mariacarla Seraponte, soprano - Sabrina Pecchenino, mezzosoprano
Francesco Marsiglia, tenore - Álvaro Lozano Gutiérrez, baritono
Orchestra Vincenzo Galilei - Schola Cantorum “F. Landini”
Maestro del Coro Fabio Lombardo
Direttore Nicola Paszkowski


Il Festival Internazionale di Arezzo si chiude in una cornice aulica e suggestiva con l’imponente Concerto di Natale all’interno della splendida Basilica di San Francesco affidato ai complessi orchestrali e corali della Scuola di Musica di Fiesole diretti da Nicola Paszkowski.
Il concerto è una coproduzione tra il Festival e la Scuola nel segno di una collaborazione che è ormai al sesto anno consecutivo. Si tratta quest’anno di una collaborazione più che mai significativa perché porta ad Arezzo la prima data di un concerto grandioso con un programma di straordinaria bellezza.
Sarà un tutto Haydn, in occasione dei 200 anni dalla morte del compositore, comprendente la Sinfonia n.48 in Do Maggiore “Maria Theresia”, opera in quattro movimenti composta tra il 1768 e il 1770 per Maria Teresa d’Austria, e l’intensa “Theresienmesse” per soli coro e orchestra, una messa decisamente ricca di contrasti ed energia.
Si tratta di due opere che appartengono al repertorio dell’Haydn più maturo ed espressivo, con elementi stilistici che saranno influenti, più tardi, per i primi spunti romantici nella musica strumentale. Entrambi i lavori sono legati al nome di Maria Teresa d’Austria, illuminata sovrana e protettrice di artisti, tra cui Metastasio ed Alfieri, nonché madre di Pietro Leopoldo, Granduca di Toscana.
Nel nome di Maria Teresa si ascolteranno due pagine intense e stilisticamente mature: la Sinfonia, dalla struttura ampia e magniloquente, nella quale lo stile imperiale mostra l’incrinatura della temperie espressiva preromantica; la Messa, che fa parte del gruppo delle sei messe sinfoniche ed è ricca di contrasti strutturali, energia ritmica ed abilità contrappuntistica.
L’esecuzione prenderà luogo in uno scenario d’incomparabile bellezza, la Basilica di San Francesco di Arezzo, con il coro disposto ai piedi del celebre ciclo della “Leggenda della vera croce”, capolavoro di Piero della Francesca.
La location quindi più suggestiva della città per un concerto evento che conclude in un’aura di grande prestigio ed esclusività l’edizione 2009 del Festival confermando quella che è ormai divenuta una costante e cioè chiudere la programmazione di ogni edizione con un concerto i cui protagonisti sono i migliori giovani musicisti della Toscana.
Particolare attenzione merita l’istituzione corale, la Schola Cantorum Francesco Landini, è stata fondata per riunire, grazie all’iniziativa di Fabio Lombardo, appassionati e professionisti nel repertorio corale. Le parti solistiche sono state affidate al soprano Mariacarla Seraponte, al mezzosoprano Sabrina Pecchenino, al tenore Francesco Marsiglia e al baritono Álvaro Lozano Gutiérrez, interpreti che hanno già calcato i palcoscenici di importanti teatri italiani, tutti provenienti dal corso di Claudio Desderi Opera Workshop.
Anche il
I Grandi Appuntamenti della Musica si conclude quindi con una serata che per tanti motivi si annuncia come una delle più attese anche considerata la presenza dei musicisti di un ente prestigioso come quello fiesolano da tempo un importante centro di didattica e cultura che ha formato nomi importanti del panorama musicale.
Autorità ed esponenti del mondo della cultura aretina e fiorentina hanno già annunciato la loro presenza al Concerto di Natale realizzato con il contributo speciale di Caffè River, partner convinto e prestigioso del Festival di Arezzo.

Ingresso gratuito sino ad esaurimento dei posti.

Il festival, ideato da Giulia Ambrosio e prodotto dall’Ente Filarmonico Italiano, si è svolto con il patrocinio e i contributi del Ministero per i Beni Culturali e con l’importante sostegno dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Arezzo e della Fondazione Monte dei Paschi di Siena. Altri partner sono la Provincia di Arezzo, Giovanni Raspini, Caffè River, l’Agenzia per il Turismo di Arezzo, Tenuta Sette Ponti.

Orchestra Vincenzo Galilei

E’ stata fondata nel 1992 ed è formata dagli allievi diplomati e diplomandi della Scuola di Musica di Fiesole. Ospite di importanti società di concerti come gli Amici della Musica di Perugia, l'Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma, l'Accademia Filarmonica Romana, il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, l'Estate Fiesolana, ha eseguito le Cantate per la Festa di San Giovanni di J.S.Bach a Milano per la Società del Quartetto, sotto la direzione di Rinaldo Alessandrini con il quale ha collaborato anche per il concerto di Natale 2001. Nel febbraio 2002 esegue al Teatro Goldoni di Firenze, in collaborazione con il Maggio Fiorentino e l'Associazione Busoni di Empoli, l'integrale dei concerti per pianoforte ed orchestra di Beethoven in onore di Maria Tipo. Nel 2003 è stata protagonista sotto la direzione di Alan Curtis della prima ripresa in tempi moderni dell'oratorio David di G.B. Conti. È stata invitata a tenere concerti in Francia, Lussemburgo e Egitto. La Galilei ha avuto l'onore di essere diretta da Carlo Maria Giulini nell'ambito del suo corso annuale di direzione presso la Scuola di Musica di Fiesole, proseguito da Daniele Gatti e adesso tenuto da Gabriele Ferro. Ha collaborato con artisti quali S. Accardo, E. Catemario, G. Corti, R. Filippini, D. Geringas, A. Lucchesini, P. Vernikov. Ha inciso per la ARTS e per Brilliant, la RAI ha ripreso la sua interpretazione del Kyrie di Petrassi. Suo direttore docente è Nicola Paszkowski. Il suo repertorio spazia dal periodo barocco alla contemporaneità.

Schola Cantorum “Francesco Landini”

Nato nel 1987 su iniziativa di Piero Farulli, fondatore della Scuola di Musica di Fiesole, il coro, attualmente composto da circa 50 elementi, è formato da giovani musicisti e appassionati di musica di età diverse. Negli oltre vent’anni di attività il coro ha affrontato un repertorio oratoriale molto vasto: dall’integrale del Weihnachtsoratorium e delle Cantate per San Giovanni di J.S.Bach alla rarissima Redémption di C.Franck, da un programma monografico su Robert Schumann (Missa sacra, Neujahrslied) alle musiche a cappella e con orchestra di Vinko Globokar, da numerose musiche sacre a prime esecuzioni moderne di musiche di Paisiello e di F.B.Conti. Senza trascurare varie escursioni nel repertorio a cappella del XX secolo (tra i vari autori: Shostakovich, Dallapiccola, Petrassi, Messiaen, Nyman, Pärt).

Nicola Paszkowski direttore

Si è diplomato in direzione d’orchestra al Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze sotto la guida di A. Pinzauti. Attivo sia in campo sinfonico sia operistico, ha collaborato con istituzioni quali l’Orchestra della Toscana, il Teatro Verdi di Pisa, l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra Regionale di Roma e del Lazio, l’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, l’Orchestra Sinfonica del Friuli Venezia Giulia e l’Orchestra Filarmonica Veneta. Nel 2009 ha diretto al Ravenna Festival su invito di Riccardo Muti e nell’autunno, di Krzysztof Penderecky, il concerto di apertura a Varsavia del Festival Beethoven. È direttore docente, dal 2000, dell’Orchestra Giovanile Italiana di Fiesole.

Basilica di San Francesco, Piazza San Francesco Austera e splendida come uno scrigno racchiude il prezioso ciclo di affreschi di Piero della Francesca sulla “Storia della Vera Croce”: la cornice più aulica e suggestiva per il Concerto di Natale, data di chiusura del festival


Comunicati e foto scaricabili in www.entefilarmonicoitaliano.it
Menù principale - Area Press

UFFICIO STAMPA LR COMUNICAZIONE laura ruggieri
06/6631305 – 06/68806031 – 339/4755329
l.r.comunicazione@libero.it


A cura di: Ufficio Stampa
Caratteri piccoli Caratteri grandi Alta visibilità
Torna alla visualizzazione classica