Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

sabato, 15 Dicembre 2018
Portale museo comunicazione COMUNICAZIONE: UN'ARMA A DOPPIO TAGLIO - cyberbullismo e i pericoli di internet

COMUNICAZIONE: UN'ARMA A DOPPIO TAGLIO - cyberbullismo e i pericoli di internet

25-26 ottobre 2016

cyberbullismo copertina

A tutti gli amici del Museo dei Mezzi di Comunicazione del Comune di Arezzo

Il Museo e l'Associazione L' Arte di Apoxiomeno di Firenze
sono lieti di invitarvi al Convegno:

COMUNICAZIONE: UN'ARMA A DOPPIO TAGLIO
cyberbullismo e i pericoli di internet

Martedì 25 ottobre 2016 - ore 10:30
Mercoledì 26 ottobre 2016 - ore 10:00

presso l'Auditorium del Museo dei Mezzi di Comunicazione
Via Ricasoli, 22 - 52100 AREZZO

Due giorni di dibattito su un tema molto attuale come la sicurezza sul web. Proiezioni ed interventi si alterneranno per analizzare gli aspetti più velati di uno dei fenomeni che negli ultimi anni ha cambiato il mondo in cui viviamo: LA COMUNICAZIONE.

Martedì 25 ottobre 2016, alle ore 10:30, il programma prevede, alla presenza del Sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli e dell'Assessore Marcello Comanducci, la proiezione del film “INFERNET” di Giuseppe Ferlito, film di denuncia sociale che mostra il lato oscuro del web, con successivo dibattito con Regista ed attori.

Mercoledì 26 ottobre 2016, alle ore 10:00, si darà vita al Convegno, alla presenza dell'Assessore Lucia Tanti del Comune di Arezzo, moderato da Fausto Casi, Direttore del Museo dei Mezzi di Comunicazione e Orazio Anania, Presidente dell'Associazione "L'Arte di Apoxiomeno" di Firenze, con la partecipazione autorevoli di: Prof. Francesco Pira, docente di Comunicazione presso l’Università degli Studi di Messina; Prof. Igor Righetti, giornalista televisivo e radiofonico, docente universitario in Scienza della Comunicazione, divenuto popolare grazie alla radio con l’originale e innovativo programma quotidiano crossmediale “Il ComuniCattivo”; il Prof. Anselmo Grotti, Dirigente del Liceo Scientifico e Linguistico F. Redi di Arezzo e la Prof.ssa Barbara Falcone, insegnante presso l’Istituto tecnico industriale di Arezzo (ITIS) e responsabile dello sportello provinciale “CB-Help Sportello Cyberbullismo”.

Entrambe le giornate saranno gratuitamente aperte al pubblico

Prof. Fausto Casi
Direttore del Museo dei Mezzi di Comunicazione
Via Ricasoli, 22 - 52100 Arezzo

convegno cyberbullismo

 

Entriamo nello specifico di alcuni degli interventi di mercoledì mattina:

­Il professore Francesco Pira, sociologo ed esperto in nuovi media, docente presso l’Università degli Studi di Messina e Salesiana di Venezia (IUSVE); coordinatore di importanti ricerche sul rapporto tra bambini, pre-adolescenti e adolescenti e nuove tecnologie. Co-autore e autori di vari libri: Bambini mai soli davanti la tv; Videogiocando; Infanzia, Media e Nuove tecnologie, Giochi & Videogiochi; Sull’argomento ha scritto articoli per quotidiani e settimanali nazionali ed è stato ospite di importanti trasmissioni televisive e radiofoniche. Il titolo del suo intervento sarà: “La rete come opportunità e non come trappola”: “Una nuova sfida attende noi coloni digitali e migranti digitali: quella di convivere e di educare i digitali nativi e i mobile born che vivono sulla rete e con la rete come fosse un prolungamento del loro corpo. Il web che può essere strumento di conoscenza, divulgazione e cultura diventa invece il nuovo luogo naturale per alimentare devianze e prevaricazioni. E così ogni giorno le pagine dei giornali e le immagini dei tg, ma anche i social network ci informano o ci disinformano su casi incredibili quanto inquietanti di Cyberbullismo, dell’aumento del Sexiting (la trasmissione di immagini a sfondo erotico e sessuale attraverso cellulari e internet) ed addirittura di adolescenti e pre-adolescenti che adescano i compagni di scuola proponendo prestazioni sessuali in cambio di indumenti o oggetti. In atto c’è una nuova sfida per noi educatori e per i genitori: affrontare questa emergenza ma attrezzarsi per prevenire fenomeni che possono fornire al pre-adolescente o all’adolescente una realtà difforme della vita che dovrà affrontare. Una sfida che può essere vinta. Una partita che va giocata. Non per essere apocalittici ma per fare sana autocritica sulla nuova genitorialità e sulle nuove responsabilità”.

­ professore Igor Righetti, giornalista professionista, docente di Comunicazione d’impresa, giornalismo, Public speaking e Linguaggi radiotelevisivi in numerose università pubbliche e private (Sapienza, Tor Vergata, Luiss, Iulm, Ied – Istituto Europeo di Design), docente alla Scuola Nazionale dell’Amministrazione della Presidenza del Consiglio dei ministri, autore e conduttore radiotelevisivo, scrittore e attore, dirigente di multinazionali come Ericsson nella funzione di capo ufficio stampa e web content manager, capo ufficio stampa dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e delle sue consociate (Cartiere Miliani Fabriano, Editalia – Edizioni d’Italia, Sipleda - Società italiana per le edizioni d’arte). Ama le contaminazioni e le integrazioni di generi e di linguaggi diversi come il suo illustre zio Alberto Sordi, il quale gli ha svelato i segreti del linguaggio televisivo e radiofonico. E’ divenuto popolare grazie alla radio con l’originale e innovativo programma quotidiano crossmediale “Il ComuniCattivo”, prima trasmissione italiana sui linguaggi della comunicazione diventata di culto, in onda per 12 anni consecutivi su Rai Radio 1, su RaiDue (Tg2 Insieme) e su RaiUno (Tg1 libri). Ha scritto cinque saggi e due testi universitari di Comunicazione pubblicati da UTET Università. Tra i Premi artistici ricevuti spiccano il “Leggio d'oro - Premio nazionale doppiatori” come “Voce dell'anno, la più rappresentativa dell'informazione radiofonica”. Il titolo del suo intervento sarà: “Internot , il lato oscuro di internet”;

­ Professore Anselmo Grotti, dirigente del Liceo scientifico F. Redi di Arezzo, già docente universitario presso la Facoltà di Filosofia dell'Università di Siena, sede di Arezzo, per le cattedre di "Informatica umanistica", “Filosofia della Comunicazione I” (triennio) e “Filosofia della Comunicazione II” (biennio di specializzazione) e "Informatica applicata alla filosofia". Il titolo del suo intervento sarà: “L’anello di Sauron: bellezza e rischio nella comunicazione” dove metterà in evidenza i due poli della comunicazione, a partire da internet ma facendo vedere l'aspetto costante nella comunicazione umana, affascinante spazio di condivisione e possibile prateria di colonizzazione. Una occasione preziosa di cui però occorre "prendersi cura".

­ Professoressa Barbara Falcone, insegnante presso l’Istituto tecnico industriale di Arezzo (ITIS) e già docente PAS all’ Università degli Studi di Siena, responsabile dello sportello provinciale “CB-Help Sportello Cyberbullismo”, Centro Territoriale di Supporto promotore di una serie di interventi nei confronti dei docenti delle scuole di tutta la provincia, degli alunni e dei genitori verso i temi della prevenzione e del contrasto a bullismo e cyber bullismo, fenomeno spesso sotterraneo, ma che coinvolge anche il mondo della scuola.

Scarica la locandina dell'evento - clicca qui! -

« dicembre 2018 »
dicembre
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31
 

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo