Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

mercoledì, 15 Agosto 2018
Portale Il Comune Ufficio servizi demografici e statistica Elettorale Elezioni Politiche 2018 Voto domiciliare, voto assistito, AVD

Voto domiciliare, voto assistito, AVD

— archiviato sotto:

A) Voto domiciliare (art.1 D.L. 1/2006 convertito dalla L. 22/2006 e modificato dalla L.46/2009)

Gli elettori affetti da gravissime infermità tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile, anche con l’ausilio del trasporto pubblico per disabili organizzato dal Comune, e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tali da impedirne l’allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto domiciliare presso la propria abitazione o in un'altra abitazione ove eventualmente dimorino per motivi di assistenza, purché nell'ambito del territorio.

L'elettore interessato deve presentare, nel periodo compreso fra martedì 23 gennaio e lunedì 12 febbraio 2018, e comunque anche successivamente, compatibilmente con le esigenze organizzative del Comune, apposita domanda di ammissione al voto domiciliare all'Ufficio Elettorale del Comune nelle cui liste elettorali è iscritto.
La domanda è una dichiarazione in carta libera in cui l’elettore esprime la volontà di votare presso l'abitazione in cui dimora e comunica l'indirizzo completo e, possibilmente, anche un recapito telefonico.

Alla domanda devono essere allegati:
a) copia della tessera elettorale
b) un certificato sanitario rilasciato, in data non anteriore al 18 gennaio 2018, da un funzionario medico designato dagli organi dell'A.S.L., dal quale risulti l'esistenza di un’infermità fisica tale da impedire all'elettore di recarsi al seggio. Il medesimo certificato può attestare anche l’eventualità di un accompagnatore per l’esercizio del voto, nel caso in cui sulla tessera elettorale non vi sia l’annotazione del diritto al voto assistito (simbolo AVD).
Non è obbligatorio il possesso di certificati di handicap ai sensi dell'art. 3 L. 104/1992 o di invalidità, ma è sufficiente la certificazione del Servizio Sanitario Nazionale che attesti quanto sopra.
Sarà cura dell’Ufficio Elettorale trasmettere le domande all'Azienda USL 8 Servizio Medicina Legale che contatterà gli interessati.

Manifesto voto domiciliare

B) Voto assistito (legge 05 febbraio 2003 n.17)

Gli elettori fisicamente impediti ad esprimere autonomamente il voto, possono esercitare il diritto di voto con l’assistenza di un elettore della propria famiglia o di altro elettore liberamente scelto.
Sono da considerarsi fisicamente impediti i ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità tale da impedire di esprimere il voto senza l’aiuto di un accompagnatore.
Nel caso in cui l’elettore sia affetto da menomazione fisica evidente, l’esercizio del voto assistito può essere consentito, in assenza di certificazione, dal Presidente del Seggio che valuterà, di volta in volta, l’effettivo impedimento fisico al voto.
Quando l’impedimento non sia evidente, esso potrà essere dimostrato con un certificato rilasciato, gratuitamente ed in esenzione da qualsiasi diritto, dal funzionario medico designato dalla competente Azienda USL Toscana Sud Est (Servizio Medicina Legale, Via Curtatone, 56 - palazzina ex maternità, tel. 0575/255991) che attesti l’impedimento all'esercizio autonomo del voto, da presentare al Presidente del seggio elettorale.
Coloro che siano in possesso di libretto nominativo rilasciato dal Ministero dell’Interno in favore di ciechi civili per cecità assoluta ovvero siano titolari di tessera elettorale su cui è già stato apposto il simbolo “AVD” per l’annotazione permanente del diritto al voto assistito, non necessitano di alcuna certificazione medica.

Manifesto recapiti orari ASL

 

C) AVD Annotazione Permanente del diritto di voto assistito

Nel caso in cui l’elettore fisicamente impedito sia affetto da grave infermità permanente, può presentare all'Ufficio Elettorale del Comune di iscrizione elettorale la domanda per l’apposizione, sulla tessera elettorale, dell’annotazione permanente del diritto al voto assistito (apposito simbolo “AVD”).
Alla domanda deve essere allegata la documentazione sanitaria attestante l’impossibilità ad esercitare autonomamente il diritto di voto. Tale attestazione verrà riportata anche sulle successive tessere elettorali al fine di evitare all'elettore di rinnovare, di volta in volta, la certificazione sanitaria in occasione di ogni consultazione elettorale.
Per la suddetta certificazione gli elettori possono rivolgersi all'Azienda USL Toscana Sud Est, Servizio Medicina Legale, via Curtatone, 56 - palazzina ex Maternità, Tel. 0575/255991.

Manifesto AVD

 

Per ogni ulteriore informazione e ogni aiuto per fruire di tali opportunità contattare l’Ufficio Elettorale del Comune di Arezzo: tel. 0575 377239 - 774 - 229 email:  elettorale@comune.arezzo.it 

« agosto 2018 »
agosto
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
 

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo