Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

Il Comune
 

Stampa quotidiana e periodica

Liberalizzazione dei punti vendita

E’ entrata in vigore la nuova disciplina comunale della vendita della stampa quotidiana e periodica, con la liberalizzazione delle edicole.

Quest’Amministrazione Comunale, in attuazione della L.R. n. 52/2012, concernente modifiche al Codice del Commercio, ha adottato la deliberazione della G.C. n. 21 del 23 gennaio 2013, divenuta esecutiva in data 4 febbraio 2013, con la quale si adegua la normativa comunale sulla vendita della stampa quotidiana e periodica, alla legislazione vigente in materia di liberalizzazione delle attività commerciali ed, in particolare, viene disposto:

La liberalizzazione della vendita della stampa quotidiana e periodica all’interno del territorio comunale, con la conseguente abrogazione della precedente normativa comunale, contenuta nel Piano di localizzazione dei punti di vendita esclusivi e nei Criteri per l’insediamento dei punti non esclusivi della stampa quotidiana e periodica;

Pertanto, risultano abrogati sia il numero massimo di aperture dei punti di vendita sia esclusivi che non esclusivi, sia l’obbligo del rispetto della distanza minima tra punti di vendita;

Conseguentemente , a datare dal 4 febbraio 2013:

A) L’esercizio dell’attività di vendita della stampa e periodica è regolamentato esclusivamente dagli artt. 23, 24,25 e 26. del Codice del Commercio, di cui alla L.R. n. 28/2005, come modificata dalla L.R. n. 52/2012.

B) L’apertura ed il trasferimento di sede di un punto esclusivo o non esclusivo di vendita della stampa quotidiana e periodica, sono soggetti ad autorizzazione rilasciata dal Servizio Progetto Suap e Sviluppo Economico di quest’Amministrazione, tenendo conto dei criteri elencati all'art. 25, terzo comma della L.R. n. 28/2005;

C) i sopra citati criteri individuati a seguito della concertazione con le associazioni di categoria, sono stabiliti come di seguito descritto:

a) salvaguardia della parità di trattamento alle diverse testate, mediante un adeguato spazio espositivo (scaffali, bacheche, vetrine ecc.) , che non dovrà risultare inferiore a mq. 10;

b) qualificazione, sviluppo e migliore funzionalità della rete di vendita, in funzione del miglioramento del servizio da rendere al consumatore ed al fine, altresì, di assicurare a tutti i  consumatori, comprese le persone disabili, la facilità di accesso ai punti vendita, mediante tutte quelle misure ed accorgimenti utili allo scopo:

- spazi privati per la sosta temporanea di veicoli per la clientela;

- eliminazione di eventuali barriere architettoniche mediante scivoli e passerelle stabili o rimovibili;

c) sviluppo di nuove funzioni della rete di vendita, al fine della promozione turistica e culturale del territorio, previa sottoscrizione di apposito protocollo con l'Amministrazione Comunale, con il quale il titolare si impegna a svolgere almeno una di queste attività:

1) disponibilità alla distribuzione di materiale turistico gratuito messo a disposizione dal Comune o da altri Enti pubblici ed a fornire informazioni di carattere turistico e/o di pubblica utilità a turisti e cittadini;

2) vendita di piantine, guide ed altre pubblicazioni turistiche edite dal Comune o da altri Enti pubblici;

3) messa a disposizione del  pubblico di un punto di accesso ad Internet.

Pertanto, dalla stessa data, i soggetti richiedenti il rilascio di autorizzazione per l'apertura, il trasferimento ed il subingresso di un punto vendita esclusivo o non esclusivo di vendita di stampa quotidiana e periodica dovranno:

1) essere in possesso dei requisiti di onorabilità di cui all'art. 13 della L.R. n. 28/2005 e successive modifiche ed integrazioni;

2) avere la disponibilità di locali in regola con la destinazione urbanistica e con le vigenti disposizioni igienico – sanitarie o di apposita concessione qualora il punto di vendita sia collocato su suolo pubblico;

3) essere titolari di esercizio di cui all'art. 24, primo comma, lett. da a) ad f), qualora si tratti di punto di vendita non esclusivo;

4) sottoscrivere l'impegno a rispettare il criterio di cui alla lettera a) ed almeno uno dei criteri di cui alla lettera b) previsti dall'art 25 della L.R. n. 28/2005, come sopra esplicitati;

5) sottoscrizione di apposito protocollo con l'Amministrazione Comunale, con il quale il titolare si impegna a svolgere almeno una delle attività di cui alla lettera c), previste dall'art. 25 della L.R. n. 28/2005, come sopra descritte;

 

I modelli necessari per la presentazione delle istanze di autorizzazione di apertura, di trasferimento e di subingresso sono reperibili e scaricabili nel sito Internet di quest’Amministrazione all’indirizzo:

www.comune.arezzo.it/il-comune/direzione-servizi-per-il-territorio/suap-sviluppo-economico-e-marketing-territoriale/ (commercio -> modulistica -> edicole)

 

E' disponibile per la consultazione online e scaricabile il testo della deliberazione di G.C. n. 21/2013 in versione  pdf.

DELIBERA G.C. N.21/2013 (PDF)

« ottobre 2019 »
ottobre
lumamegivesado
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031
 

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo