Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

Il Comune
 

Sale giochi e giochi leciti

Modificata la legge regionale n.57/2013 (disposizioni per il gioco consapevole e per la prevenzione della ludopatia)

Con la legge regionale n.85 del 23 dicembre 2014 la Regione Toscana ha modificato la L.R. n.57/2013.

In primis la Regione definisce puntualmente l’ambito della legge riferendosi ai centri scommesse (autorizzazioni ex art.88 tulps rilasciate dalla Questura) e spazi per il gioco con vincita in denaro ossia qualsiasi luogo pubblico o aperto al pubblico o un circolo privato in cui siano presenti apparecchi di cui al’art.110 comma 6 tulps (giochi con vincita in denaro VLT e Slot).

La modifica della L.r.57/2013 conferma quindi l’interpretazione già data alla sua prima versione, ovvero si riferisce a tutte le tipologie di sale giochi 86-88 e a tutti gli spazi di gioco in cui vi siano giochi con vincite in denaro compreso i circoli.

L'art. 4 dopo la modifica del dicembre 2014 stabilisce testualmente che è vietata l'apertura di centri scommesse e di spazi per il gioco con vincita in denaro ad una distanza inferiore a 500 metri, misurata in base al percorso pedonale più breve, da istituti scolastici di qualsiasi grado, luoghi di culto, centri socio-ricreativi e sportivi o strutture residenziali o semi-residenziali operanti in ambito sanitario o socio-assistenziale.

Quindi la Regione Toscana elenca in modo più puntuale i luoghi sensibili e modifica la modalità di calcolo della distanza minima dagli stessi che passa dal raggio di 500 metri a percorso pedonale più breve di 500 metri.

A fronte di tale modifica l’ordinanza del sindaco n.1/2014 resta in vigore fermo che i riferimenti a sala giochi e spazi del gioco contenuti nella stessa debbono essere riferiti ai centri scommesse e spazi per il gioco con vincita in denaro come definiti dalla l.r.57/2013 come da ultimo modificata.

In sintesi

  1. nella zona A di PRG è vietata l'apertura o il trasferimento da altra zona della città di centri scommesse e spazi per il gioco con vincita in denaro (quindi sale giochi, sia tradizionali che VLT, e di spazi per il gioco ovvero installazione di giochi leciti con vincita in denaro all’interno di altre attività compreso i circoli)
  2. In tutto il territorio comunale è vietata l'apertura o il trasferimento da altra zona della città di centri scommesse e spazi per il gioco con vincita in denaro, (sale giochi sia tradizionali che VLT, spazi per il gioco con vincita in denaro) che siano ubicati ad una distanza inferiore a 500 metri, misurata come percorso pedonale più breve, da istituti scolastici di qualsiasi grado, luoghi di culto, centri socio-ricreativi e sportivi o strutture residenziali o semi-residenziali operanti in ambito sanitario o socio-assistenziale.

 

Per maggiori dettagli e informazioni:

- Scheda informativa sale giochi e spazi per il gioco 

- Legge Regionale 57/2013 coordinata con Legge Regionale 85/2014

« agosto 2019 »
agosto
lumamegivesado
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031
 

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo