Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

Il Comune
 

Realizzazione pozzi - Comunicazioni

— archiviato sotto: ,

Con atto del Consiglio Comunale del 15.07.2009 n° 107, è stata deliberata l’abrogazione degli artt. 134, 134 bis, 134 ter, 134 quater e 135, 135 bis, 135 ter, 135 quater, 135quinquies e 135 sexies  del Regolamento Comunale di Igiene. Gli articoli suddetti regolavano la costruzione di opere di captazione di acque dal sottosuolo specificando le modalità procedurali per richiedere l’autorizzazione alla captazione nonché le modalità costruttive dei pozzi, prevedendo, in particolare, il rilascio di un provvedimento autorizzatorio dietro acquisizione di pareri espressi, a seconda dei casi, da soggetti preposti al controllo sulla risorsa (USL8 e ARPAT) e soggetti preposti alla gestione della distribuzione della risorsa medesima nel Comune di Arezzo.

Con il medesimo atto di Consiglio Comunale è stato adottato, nel contempo, uno specifico Regolamento per la tutela delle acque sotterranee volto a definire, nell’ottica della semplificazione e dello snellimento delle procedure amministrative, le norme per la realizzazione di pozzi e per la messa a punto del sistema dei controlli da svolgere a cura della pubblica amministrazione ai fini della tutela della risorsa e della qualità della stessa.

Tale regolamento prevede lo strumento della Comunicazione di inizio lavori la cui presentazione, da parte dei soggetti interessati, diviene elemento necessario per procedere alla realizzazione di nuovi pozzi, nonché per approfondimenti e ripuliture di pozzi esistenti. La relativa modulistica (scaricabile dalla sezione "Modulistica") è stata adottata, in via sperimentale, mediante provvedimento dirigenziale n. 3083 del 17 agosto 2009. Sempre in via sperimentale, è stata adottata, con provvedimento dirigenziale n. 3466 del 17 settembre 2009, anche la modulistica per la Comunicazione di fine lavori.

 

Procedimento

a) Costruzione di un nuovo pozzo

La comunicazione di inizio lavori, debitamente compilata, deve essere presentata all'Ufficio Protocollo del Comune di Arezzo in n. 2 copie, di cui una verrà restituita al titolare debitamente timbrata per ricevuta. La comunicazione suddetta deve pervenire almeno 10 gg. lavorativi prima della data di inizio dei lavori.
Entro tre mesi dalla conclusione dei lavori oggetto di comunicazione di inizio lavori, il direttore dei lavori dell'opera di captazione deve comunicare all' Ufficio Ambiente, Dipartimento Provinciale ARPAT di Arezzo, AATO 4 Alto Valdarno, Provincia di Arezzo la fine dei lavori e attestare la conformità dell’opera al progetto depositato, ovvero, nel caso di varianti apportate in corso d’opera, deve depositare il rilievo delle opere così come sono state realizzate.
Il Direttore dei Lavori è tenuto altresì a depositare la Relazione tecnica finale, la quale conterrà le risultanze analitiche di un campione di acqua prelevata dal pozzo finalizzate alla ricerca dei parametri quali pH, conducibilità, bicarbonato, ammonio, nitriti, nitrati, solfati, fosfati, cloruri, fluoruri, bromuri, sodio, potassio, calcio, magnesio, ferro, manganese.
Nel caso in cui le acque siano destinate al consumo umano una ulteriore copia della Comunicazione di fine lavori e della Relazione tecnica finale deve essere depositata, sempre entro 3 mesi dalla data di fine lavori, al Dipartimento della Prevenzione della ASL8. Tale Relazione conterrà le risultanze analitiche di un campione di acqua prelevata dal pozzo finalizzate alla ricerca dei parametri che ne garantiscano la potabilità.
Le modalità di deposito al Comune della Comunicazione di fine lavori sono le medesime del deposito della Comunicazione di inizio lavori di cui all’Art.14 commi 1 e 2.
 

b) Opere di approfondimento di pozzi esistenti

Nel caso si intenda procedere all’approfondimento di opere di captazione esistenti, regolarmente autorizzate o denunciate ai sensi del D. Lgs. 275/93 e smi, deve essere osservata la procedura relativa alle nuove captazioni di cui all’Art. 13, inserendo nella documentazione a corredo della Comunicazione di inizio lavori anche copia dell’autorizzazione e/o denuncia del pozzo.
 

c) Opere di ripulitura di pozzi esistenti

Per la ripulitura di pozzi esistenti, regolarmente autorizzati o denunciati ai sensi del D. Lgs. 275/93 e smi, fermo restando che deve essere mantenuta la profondità originaria dell’opera, deve essere osservata la procedura relativa alle nuove captazioni di cui all’Art.13, inserendo nella documentazione a corredo della Comunicazione di inizio lavori anche copia dell’autorizzazione e/o denuncia del pozzo.

Attività di controllo

Fermo restando che i competenti uffici del Comune possono disporre e/o effettuare accertamenti sui pozzi in fase di costruzione o esistenti in qualunque circostanza, l’attività di controllo ordinaria è effettuata a campione con percentuale, sul numero di comunicazioni mensili, da stabilirsi con apposito Provvedimento Dirigenziale.
Gli accertamenti hanno come oggetto la verifica del rispetto del presente Regolamento, delle norme in materia ambientale e igienico - sanitaria. Tale attività potrà essere svolta da personale interno all’ente e/o tramite l’ausilio di altri soggetti pubblici e privati.
 

Documenti da presentare allegati alla Comunicazione di inizio lavori

a) Documentazione grafica
- Corografia generale scala 1: 25000
- Carta geologica in scala 1:5000
- Sezione geologica in scala 1:2000
- Planimetria estratto di PRG cui è riportata l'ubicazione del punto in cui si intende effettuare i lavori
- Planimetria catastale aggiornata dello stato attuale (scala 1:2000) estesa per un raggio di 200 m dal punto di perforazione
- Planimetria catastale aggiornata dello stato di progetto (scala 1:2000) estesa per un raggio di 200 m dal punto di perforazione, in cui è riportata l'ubicazione del punto in cui si intende effettuare i lavori, l’area di tutela assoluta e l’area di rispetto, l’ubicazione dei pozzi presenti ed è dimostrato il rispetto delle distanze di cui alla normativa vigente
- Progetto dell' opera di captazione
- Particolari costruttivi
- Planimetria con individuati i coni ottici di ripresa del rilievo fotografico

b) Documentazione fotografica
- Rilievo fotografico di dettaglio e panoramico dei terreni oggetto dei lavori (almeno 3 foto)

c) Relazioni tecniche
- Relazione geologica
- Relazione tecnico–descrittiva delle indagini eseguite al fine della progettazione dell’opera (facoltativa)
- Relazione tecnica generale
- Relazione tecnico-descrittiva del progetto dell’opera e delle modalità di realizzazione dei lavori

d) Documentazione scritta
- Autorizzazione alla ricerca di acqua sotterranea T.U. 1775/33
- DIL/Autorizzazione ai fini del vincolo idrogeologico
- Attestazione del pagamento del contributo di istruttoria con specificata causale: Uff. Ambiente Regolamento tutela acque sotterranee da effettuarsi tramite una delle seguenti modalità:

    • bonifico sul c/c di tesoreria n. 96592 IBAN IT09 N053 9014 1000 0000 0096 592 presso Nuova Banca dell'Etruria e del Lazio S.p.A.
    • c/c postale n. 140525 (IBAN: IT 56 G 07601 14100 00000140525), intestato a Comune di Arezzo.

 

(solo in caso di opere di ripulitura ovvero di approfondimenti di pozzi già esistenti)
- Copia AUTORIZZAZIONE      N°…………… del ………………
- Copia DENUNCIA T.U. 1775/33    N°…………… del ………………
- Copia DEPOSITO COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI N°…………… del ………………
 

Documenti da presentare allegati alla Comunicazione di fine lavori

a) Documentazione grafica
- Colonna stratigrafica con descrizione litologica
- Rilievo dell'opera di captazione
- Particolari costruttivi
- Grafici prove di pompaggio (qualora realizzate)
- Grafici prove portata (qualora realizzate)
- Planimetria con individuati i coni ottici di ripresa del rilievo fotografico
- Altro (specificare)

b) Documentazione fotografica
- Rilievo fotografico di dettaglio e panoramico dei terreni oggetto dei lavori (almeno 3 foto)

c) Relazioni tecniche
- Relazione tecnica finale
- Altro (specificare)

d) Documentazione scritta
- Rapporti di prova analisi chimiche
- Altro (specificare)
 

Normativa

Dove Rivolgersi:
Ufficio tutela ambientale
IndirizzoPiazza A. Fanfani, 1 - 52100 Arezzo
Orario Estivomartedì e giovedì, dalle ore 8:30 alle ore 13.00. Sabato chiuso.
Orario Invernalemartedì e giovedì, dalle ore 8:30 alle ore 13.00, il pomeriggio dalle ore 15.30 alle ore 17.30. Sabato chiuso.
Telefono0575 377 537
Fax0575 377 613
Email
Assessore
Direttore Baldini Ing. Giovanni
A chi rivolgersi Maria Salvi
« ottobre 2019 »
ottobre
lumamegivesado
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031
Sedi e orari

Sedi e orari uffici comunali

 

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo